Home Lascia il tuo messaggio E-mail Messaggi e Lettere di Eugubini nel Mondo
   ANNA BUONINSEGNI
   

 Biografia


    Poeta, laureata in filosofia, giornalista, esperta negli aspetti multimediali della comunicazione, ANNA BUONINSEGNI, di ascendenza toscana, è nata a Gubbio e ha vissuto per alcuni periodi a Roma e Firenze.
   Ha collaborato e collabora a riviste letterarie nazionali ("Semicerchio", "Si scrive", "Poesia").
    Ha pubblicato "Pagine dal mare", otto racconti surreali (Arnaud, 1989), le raccolte di versi "Itinera" (Arnaud, 1992), "La stanza di Anna" (Crocetti Editore, 1997) e
“Ad occhi aperti” (Crocetti editore, 2005).
    "La stanza di Anna" con la prefazione di Mario Luzi, ha vinto il Premio Nazionale "Alpi Apuane", fondato da Giuseppe Ungaretti. Nel 2000 ha vinto la sezione inediti del Premio Internazionale "Eugenio Montale
" con la silloge “Senza anestesia”.

 Nel 2005 ha vinto il Premio Nazionale di Letteratura e Giornalismo “Città di Alghero 2005” per la sezione Poesia con “Ad occhi aperti”.
     E' promotrice culturale ed è Presidente del "Centro di poesia e letteratura Oderisi" con sede in Gubbio, punto di riferimento della cultura letteraria umbra, con le pubblicazioni delle antologie "Anni '80 - Poesia italiana" (Jaca Book, 1993) e "I sentieri della notte" (Crocetti Editore, 1997).
    Ha organizzato e organizza iniziative legate alla promozione delle letteratura e
poesia contemporanea.
   E’ presente in varie antologie nazionali ed è curatrice per l’editore Crocetti della collana di cd audio “Voci della poesia contemporanea”, dedicato ai poeti Luzi, Spaziani, Loi, Giudici, Zanzotto, Raboni, Merini.
    
E
' stata musicata da Luciano Sampaoli nei concerti "A una voce sola m'accompagno" (Forlì 1997 e S. Benedetto del Tronto 1998).
    Anna Buoninsegni è attualmente responsabile dell'Ufficio stampa e relazioni esterne del Comune di Gubbio e tra i vari incarichi professionali ha fatto parte del Comitato Radio Televisivo dell'Umbria.
    La giuria della XV edizione del “Premio Letterario Nazionale – Gens Vibia 2017”, presieduto da Deanna Mannaioli, le ha assegnato un riconoscimento alla carriera, quale “Premio alla Cultura e Poeta umbro dell’anno”, per meriti speciali conseguiti nell’ambito della poesia e delle lettere in genere, nonché come promotrice di eventi culturali di rilievo e di richiamo per la città di Gubbio, dove vive e lavora.

Brani gentilmente concessi dall'autrice:
      c'è un pezzo di Toscana
      un'andatura più lenta


c'è un pezzo di Toscana

c'è un pezzo di Toscana
in questa Umbria chiaroscura

più ruvida appena
sognata in un tramestio d'alba
d'impreciso risveglio nel profilo
meno sagomata
in quell'andare sperso di cipressi
fino alla casa di Elena
lassù in collina

un dirimpetto sfacciato con il cielo

Gubbio guarda lei?
o lei specchia la città rosa rosa
al tramonto che investe tutta intera
il dove dei pensieri?


 
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°


un'andatura più lenta

la lenta andatura della luce
d'inverno a metà strada
da Gubbio e Urbino

tra un giallo e un rosa
c'è tempo di friggere polpette
sgusciare noci e olive

la neve pesa sui campi densi
lavora per quei suoni
che in primavera abiteranno
fin l'ultimo resto di verde

qui sono discorsi sospesi
per vivere per guarire
per provare a capire qual è
la cosa che più conta

un'ultima fragile istantanea
Volponi Piersanti De Santi

tutti interni ad un quadro
tra medioevo e quattrocento
in un cielo d'ossidiana

Top