Home Lascia il tuo messaggio E-mail Messaggi e Lettere di Eugubini nel Mondo
   GIUSEPPE CALZUOLA
   


 Biografia


Giuseppe Calzuola, nasce a Gubbio il 17 ottobre 1932.
Giovanissimo, come succedeva durante il periodo del Rinascimento italiano, entra nella bottega dell'artigiano Luigi Faramelli, dove apprende l'arte di Marmista e di Scalpellino.
Quando fu sicuro di aver appreso l'Arte, prende il posto del suo maestro, rilevandone la bottega di via Saffi n° 3.
Verso i 40 anni, inizia a produrre sculture in pietra e nel 1984 realizza la sua prima mostra personale nella "Casa di S.Ubaldo".
Numerose altre mostre vengono allestite negli anni seguenti (1985, 1988). Nel 1992 una sua personale viene realizzata nel Palazzo dei Priori di Perugia.

Nel 1988 è Primo Capitano dei Ceri.
Per "Peppe" questa fu un'esperienza incredibile, totale e sconvolgente. A lui, eugubino, figlio devoto di S. Ubaldo, era toccato l'onore di essere Primo Capitano della Festa dei Ceri: "dal giorno che sono stato eletto Capitano, ho dovuto aspettare ben due anni, come vuole la tradizione, e sono stati cento miliardi di anni..., ma due anni, i più belli, i più intensi di una persona che ha avuto dalla sorte il più grande privilegio"
Ma il 15 maggio 1988 è arrivato! Peppe aveva detto: "Quel giorno gli eugubini non mi vedranno, perché sarò dentro ognuno di loro. Ma ho tanta paura, solo a pensarci…aiutatemi tutti". Per chi l'ha conosciuto, un tale linguaggio è consueto!


La sua arte, sta tutta nel suo rapporto con la pietra: "dicono che la pietra sia ruvida, dura e fredda. Non ci hanno capito niente: la pietra al contrario è caldissima, basta saper togliere la crosta, la parte superficiale che non serve. Il resto è tutto dentro…allora la pietra diventa viva e piena di significato".



Purtroppo Gubbio e gli eugubini vengono privati presto di questa eccezionale ed originale personalità: sale per l'ultima volta alla Basilica di S.Ubaldo l'11 settembre 1992, per la "Festa della Traslazione", il giorno seguente muore improvvisamente.


Lascia un patrimonio di varie centinaia di opere, di cui circa 250, ancora oggi, custodite dalla sorella Elsa, in attesa di realizzare, in Gubbio, una mostra permanente dell'artista.


Dopo la sua scomparsa un gruppo di amici istituisce il "Comitato Giuseppe Calzuola" con lo scopo di far conoscere e valorizzare l'opera di questo artista. A tale finalità tende anche uno specifico sito internet realizzato nel 2002

Top