Home Lascia il tuo messaggio E-mail Messaggi e Lettere di Eugubini nel Mondo
   Giuseppe Calzuola - fotografo sportivo
   

 

Giuseppe Calzuola - fotografo sportivo


    Giuseppe Calzuola è un eugubino che ha raggiunto una grande notorietà nel mondo della fotografia sportiva.
    E' nato a Gubbio nel giorno di ferragosto del 1935 a S. Martino in Colle, successivamente la sua famiglia si trasferì nella frazione di Raggio, ma all'età di 20 anni Giuseppe emigrò a Roma dove iniziò a lavorare in un negozio di abbigliamento.
    A Roma si è sposato ed ha due figli.
   Ben presto il giovane Giuseppe allargò la cerchia
di conoscenze e si attorniò di nuovi amici, tra cui uno che lo iniziò all'arte della fotografia, sportiva in modo particolare.
    Fu così che Giuseppe iniziò a collaborare come fotografo "free lance" con il Corriere dello Sport e con l'agenzia americana APpress.
    Praticamente ha trascorso più della metà della sua vita negli stadi di calcio e ha conosciuto tutti i più grandi calciatori di oltre mezzo secolo.
    Ha seguito ben 5 mondiali di Calcio (Spagna 1982, Messico 1986, Italia 1990, Stati Uniti 1994, Francia 1998)
   E' stato presente anche a fatti drammatici come la strage avvenuta allo
stadio Heysel di Bruxelles il 29 maggio 1985, poco prima dell'inizio della finale di Coppa dei Campioni di calcio tra Juventus e Liverpool, in cui morirono 39 persone, di cui 32 italiane, e ne rimasero ferite oltre 600.
   Nel 2012 ha ricevuto il "premio Ussiroma" istituito dal "Gruppo Romano Giornalisti Sportivi".
    Pubblichiamo alcune tra le sue foto più famose:

11 dic. 2003 -  Una F2003 Ferrari Formula 1 guidata da Michael Schumacher contro un EuroFighter Typhoon dell'Aeronautica Militare Italiana. Sulla pista dell’aeroporto militare “Baccarini” di Grosseto andò in scena un duello su tre manche fra due eccellenze italiane che si affrontarono su tre diverse distanze: 600, 900 e 1200 metri. Alla cloche dell’aviogetto c’era Maurizio Cheli, pilota ed astronauta italiano. Ci furono 3 sfide a distanze differenti: 600, 900 e 1200 metri. La maggiore accelerazione della ferrari permise a Schumacher di avere la meglio nella distanza più corta. L'EuroFighter vinse agevolmente quella dei 1200. Fu nella distanza intermedia che i due bolidi diedero vita ad un entusiasmante testa a testa che diede la vittoria (per soli 2 decimi) all'aereo.

    Nel 2015 ha pubblicato il libro "Quarant'anni negli stadi del mondo" (Edizioni Eraclea) dove in 96 pagine ha raccolto le sue foto più famose, con la prefazione di Italo Cucci, Mario Sconcerti e Giampiero Galeazzi.


                                            

<<< VAI ALL'INDICE GENERALE DELLA CRONACA

Vedi le News... Ultimissime!!! >>>

 

<<< Vedi gli Appuntamenti in...
 Agenda