Home Lascia il tuo messaggio E-mail Messaggi e Lettere di Eugubini nel Mondo
   BALESTRIERI
   

Visita il Sito Ufficiale della Società Balestrieri della Città di Gubbio
www.balestrierigubbio.com
Sede:
    Palazzo del Bargello
    06024 Gubbio (PG)
    Tel. 338.1936048
    e-mail:
marcellocerbella@gmail.com
 

 Note storiche:
   I Balestrieri di Gubbio, come quelli di altre città, attingono le loro origini dalle "Società d'Armi" corpi altamente specializzati attivi al tempo dei liberi comuni.
   Allora la "Balestra", arma semplice ma micidiale, era la regina delle armi.
   Superata dall'avvento della polvere da sparo, è sopravvissuta come testimonianza e ricordo delle guerre passate.

La Balestra trae il suo significato dal verbo greco
ballw (ballo), che significa: "lanciare, scagliare".
Essa viene considerata come la tipica arma medioevale che aumentava moltissimo l'efficacia di un esercito.
La balestra di oggi è una fedele riproduzione dell'antica balestra italiana da postazione. Essa è formata da un fusto di legno su cui viene fissato un arco che, teso da una corda, permette di scagliare la freccia nel momento in cui il meccanismo di sgancio viene attivato.
La freccia ("Verretta") è costituita da legno, punta di ferro e penne di tacchino.

   La Società Balestrieri di Gubbio è erede e continuatrice dell'antica e nobile "Congrega dei Balestrieri", unica depositaria e custode dei segreti dell'arte della Balestra della città di Gubbio.
   Il documento più antico finora ritrovato, in cui siano state elencate le regole da osservare nel tirare con la Balestra nella Festa del Protettore S. Ubaldo è del 1650, ma in questo si fa riferimento a regolamenti precedenti.
   Uno nuovo Statuto che regolamenta il "giuoco delle Balestre" è datato 1729. Ulteriori chiarimenti sono aggiunti nel 1748 e nel 1925.
   Nel 1971 l'Associazione dei Balestrieri di Gubbio ha redatto lo Statuto Sociale della Società rielaborando i vecchi Statuti.
   Il 9 gennaio 1999 lo Statuto viene ancora modificato ed adattato alle esigenze dei tempi moderni.

   La Società Balestrieri di Gubbio, insieme alle associazioni gemelle delle città di: Sansepolcro, San Marino, Massa Marittima ha costituito ad Arezzo il 13 febbraio 1966 la "Federazione Italiana del Tiro con la Balestra Antica all'italiana".
   Le cinque società federate (nel 1972 si è aggiunta Lucca) disputano ogni anno il Campionato Nazionale del tiro con la balestra antica all'italiana che è organizzato, a rotazione nelle varie città.
   All'interno della Società Balestrieri nel 1968 è nato un gruppo Sbandieratori che, molto cresciuto nel tempo, nel 1999 si è distaccato, costituendo la Società degli Sbandieratori di Gubbio.


Scopi (art. 3 dello Statuto del 27/05/1999):
Continuare l'antico Palio della Balestra nel rispetto delle regole tramandate;

Promuovere la ricerca e la pubblicazione di documenti storici dell'antica "Congrega dei Balestrieri";

Difendere le manifestazioni originali del tiro con la balestra antica all'italiana;

Appoggiare ogni iniziativa volta alla salvaguardia del patrimonio storico-artistico eugubino.


La Società è rappresentata da:
             Presidente: Marcello Cerbella
             Vice Presidente: Alessandro Baciotti
             Segretario: Alessandro Fiorucci
             Maestro d'Arme: Rodolfo Radicchi
             Maestro d'Arme Emerito: Giampiero Bicchielli
            Consiglieri: Guido Morelli; Francesco Morelli; Andrea Rueca; Andrea Coccia;
                            Rodolfo Radicchi; Alessandro Mancini;
                            
 

 

Manifestazioni:


 

Ultima domenica di Maggio: Palio della Balestra a Gubbio.
 
Giugno: "Festa del Balestriere": ritrovo di Balestrieri e famiglie presso il Balipedio.
 
Luglio: "Campionato Nazionale di tiro con la Balestra Antica all'italiana"
                       
Il campionato è ospitato a turno dalle città confederate (Lucca,
                        Gubbio, Sansepolcro, Massa Marittima e San Marino)
 quindi ogni cinque
                        anni a Gubbio.
 
14 agosto: Torneo dei Quartieri a Gubbio.
 
Seconda domenica di settembre: Palio della Balestra a Sansepolcro (AR).
 
Novembre:"Giornata del Balestriere" con momenti religiosi, agonistici e conviviali.
 
Varie manifestazioni, in Italia e all'estero, che esaltano l'originalità storica della balestra e il folclore eugubino.
 

Opere Realizzate:

Sistemazione del campo di tiro, (Balipedio) che è stato inaugurato il 21 aprile 2002.

                                                      *****************

 
Rinnovo dei costumi del corteo storico: il 21 maggio 2002 sono stati presentati i bozzetti e la realizzazione degli abiti di Cavaliere, Tamburini e Portainsegne.
Tale iniziativa è stata resa possibile grazie alla collaborazione dell' Istituto Statale D'Arte di Gubbio.




                                                
                                                      
                                                      *****************




    Nel 2002 è stato pubblicato il libro: "La società dei Balestrieri della Città di Gubbio negli anni 1999-2001" raccontata dal "socio" (e presidente della Società) Ubaldo Orlandi. Il libro, ricco di documenti, riguarda la storia della Società negli ultimi tre anni: dalla separazione dal gruppo Sbandieratori al rinnovo dello Statuto. Tre anni di intensa attività che hanno visto l'innovazione dei costumi, l'istituzione di manifestazioni culturali correlate al Palio, l'ideazione della giornata e della preghiera del balestriere, la ristrutturazione del campo da tiro (Balipedio), l'avvio del sito internet ufficiale, e soprattutto tante vittorie sul campo di tiro. Dal testo traspare la ferma volontà di valorizzare il "Palio della Balestra antica all'italiana" come manifestazione storica autentica e vera, tanto da aver ottenuto, insieme a Sansepolcro, il marchio "Palio della Balestra" con l'esclusivo diritto di uso di tali parole, impedendone ad altri l'utilizzo a qualsiasi titolo. Il libro è dedicato ad Angelo Barbetti, grande balestriere del passato. Le foto che corredano il testo sono di Paolo Panfili; l'impaginazione di Andrea Rogari.


                                                      *****************

   Dicembre 2007: Nel Palazzo del Bargello recentemente restaurato, ed affidato alla Società dei Balestrieri, viene inaugurato il Museo della Balestra : Lo spazio espositivo è allestito in quattro sale: l’infopoint; la Sala della Balestra, dedicata all’esposizione delle balestre e delle sue componenti, alle ricostruzioni storiche e alla storia dei balestrieri; la Sala del Costume, dedicata alla ricostruzione storica della venuta di Battista Sforza, moglie di Federico da Montefeltro, per il primo Palio della Balestra documentato (16 maggio 1461) e la Sala del Palio, dedicata alla rappresentazione del Palio della Balestra dei nostri giorni.


                                                      *****************

   Novembre 2008: La dottoressa Luisa Simoncini, friulana, in nome e per volere di suo marito Ferdinando Rosset, scomparso nel luglio scorso all'età di 73 anni, ha donato alla Società Balestrieri di Gubbio 6 balestre antiche che erano custodite nell'immensa collezione curata da suo marito insieme ad armi da fuoco d'ogni epoca, oggetti d'arte, orologi e libri.
   Non è la prima volta che un non eugubino si innamora di Gubbio e degli Eugubini al punto da voler lasciare qualcosa di suo nella nostra città per rimanervi e diventare uno dei nostri, ma l'amore di Ferdinando e sua moglie per la nostra città è stato un vero colpo di fulmine e la donazione di questa collezione di grande valore ne è la testimonianza.
 

    In occasione della Giornata del Balestriere 2013 il presidente Ubaldo Orlandi ha presentato la sua opera intitolata "LA SOCIETA' BALESTRIERI DI GUBBIO DAL 1999 AL 2013 VISTA DAL PRESIDENTE".



   Il libro tratta della vita della società nel quindicennio in cui ha ricoperto la carica di Presidente.



   Vi sono anche dei capitoli di memoria storica con vincitori di palii, tornei dei quartieri e sfide particolari e simpatiche al balipedio che rendono l'opera una testimonianza da lasciare ai futuri balestrieri che ne faranno sicuramente tesoro per comprendere la vita della società in questi quindici anni.

 

 

 

     Nel Gennaio 2014 il Presidente, Prof. Ubaldo Orlandi, presenta un'ulteriore opera dal titolo "I vincitori Conosciuti del Palio della Balestra", contenente analisi, valutazioni, curiosità, stranezze e qualche mistero sul Palio ed i suoi protagonisti dal XVI sec. al 2013.

 

 

 



                                                      Top

<< TORNA ALL'INDICE "ASSOCIAZIONI ed ENTI"