Home Lascia il tuo messaggio E-mail Messaggi e Lettere di Eugubini nel Mondo
   FESTA DELLA CANONIZZAZIONE DI S.UBALDO 2018
   
Vescovo: Mons. Luciano Paolucci Bedini
Primo Capitano:
Francesco Rossi
Secondo Capitano: Mauro Guardabassi

Capodieci di S.Ubaldo:
Fabrizio Martini
Capodieci di S.Giorgio:
Giorgio Angeloni
Capodieci di S.Antonio:
Giovanni Vantaggi
 

    Domenica 5 marzo solenne celebrazione dell’ 826° anniversario della canonizzazione di Sant’Ubaldo, risalente al 5 marzo 1192.

  In tale data il nostro Patrono è stato dichiarato Santo con la nota “Bolla” di canonizzazione nella quale Papa Celestino III, fra l’altro, invita gli Eugubini a continuare la celebrazione della festa in onore del Vescovo Ubaldo, tutti gli anni, “ilariter”, allegramente.

  La giornata, fredda e piovosa, è iniziata alle 9.00, con il raduno di tutti i ceraioli e dei fedeli in Cattedrale, da cui, sotto la guida del nuovo Vescovo Mons. Luciano Paolucci Bedini, è partita la processione verso la Basilica di Sant’Ubaldo ove, alle ore 11,00 è stata celebrata la Messa solenne.
 

   Al termine della celebrazione religiosa, come è tradizione, all’interno della Basilica è seguita la cerimonia formale di
investitura del Capodieci del Cero di Sant’Ubaldo del prossimo 15 maggio, Fabrizio Martini.
    A quest’ultimo, il 1° Capitano Francesco Rossi e il 2° Capitano Mauro Guardabassi, insieme al Capodieci dell’anno 2017 (Roberto Guidarelli), hanno consegnato lo stemma di Capodieci per l’anno 2018, con l’augurio “...di poter onorare degnamente il Nostro Santo Patrono Ubaldo”.

 

 

da Sn a Dx - il Sindaco Filippo Stirati, il presidente dell'Università dei Muratori Fabio Mariani, il primo Capitano Francesco Rossi, il secondo Capitano Mauro Guardabassi e il trombettiere Marco Tasso
Letta la formula di rito da parte dei Capitani Francesco Rossi e Mauro Guardabassi, Fabrizio Martini riceve lo stemma di capodieci dal suo predecessore Roberto Guidarelli, alla presenza del Vescovo Luciano e del Persidente della Famiglia dei Santubaldari Ubaldo Minelli
Ai due Capitani Francesco Rossi e Mauro Guardabassi, ai tre Capodieci: Giorgio Angeloni (di S.Giorgio) Giovanni Vantaggi (di  S.Antonio) e Fabrizio Martini (di S.Ubaldo) il Vescovo Paoletti Bedini, ha consegnato una pergamena contenente una reliquia di S.Ubaldo.
Il Capodieci di S. Giorgio, Giorgio Angeloni, riceve la pergamena Il Capodieci di S. Antonio, Giovanni Vantaggi riceve la pergamena
Il primo Capitano, Francesco Rossi, con la pergamena Il secondo Capitano, Mauro Guardabassi con la pergamena
Vedi

     Espletata la cerimonia dell’investitura del Capodieci, l'appuntamento per tutti i ceraioli di S. Ubaldo è presso le sale degli Arconi del Palazzo dei Consoli di Via Baldassini per il tradizionale “Pranzo dei Santubaldari” con la partecipazione di autorità civili, religiose, militari e Ceraiole.
     Durante il pranzo sono stati consegnati 9
attesti di Benemerenza ad altrettanti ceraioli: Alberto Calzuola, Alberto Angeletti, Luigi Castellani, Marcello Cerbella, Lucio Coldagelli, Lapazio, Sauro Martelli, Marcheggiani, Corrado Baldinelli, Gianni Cacciamani, Tino Calligaro.

Il pranzo dei Santubaldari ha favorito anche l'opportinità di incontro dei nostri due Vescovi: il vescovo emerito, Mons. Mario Ceccobelli e il neo Vescovo di Gubbio, Mons. Luciano Paolucci Bedini

    Anche quest'anno, due giorni prima della festa ed esattamente Venerdì 2 Marzo presso il Teatro Comunale "Luca Ronconi", la Famiglia dei Santubaldari, con il patrocinio del Ministero per i Beni e le attività culturali,  del Presidente della Repubblica, della Diocesi di Gubbio e del Comune di Gubbio, ha inserito, nell’ambito delle solenni celebrazioni l' “X° Concerto della Canonizzazione” la rappresentazione della Traviata di Giuseppe Verdi in forma di Concerto.

    Nell’occasione, come nelle precedenti edizioni, la Famiglia dei Santubaldari ha proceduto alla consegna del premio “Civis, Pater, ac Pontifex Ubalde”, che costituisce particolare riconoscimento ad un personaggio, storico, scrittore, ricercatore, che si è particolarmente contraddistinto per studi su Sant’Ubaldo, Cittadino, Vescovo e Patrono.
   Quest’anno il premio è stato attribuito al Vescovo Emerito Mons. Mario Ceccobelli che è stato
vescovo di Gubbio da 2005 al 2017.

  

   Al termine il Presidente della Famiglia dei Santubaldari, Ubaldo Minelli, ha ringraziato la delegazione di Thann, giunta a Gubbio per l'occasione e ha donato un magnifico quadro con immagine di S. Ubaldo a Tino Calligaro, responsabile nella città alsaziana del Gemellaggio tra Thann e Gubbio.

 

 

    Vai alla cronaca della giornata >>>

<<< Torna alla pagina indice della "Festa della Canonizzazione"