Home Lascia il tuo messaggio E-mail Messaggi e Lettere di Eugubini nel Mondo
   ROTARY CLUB GUBBIO
   
Visita il Sito Ufficiale del ROTARY CLUB GUBBIO
http://www.rotarygubbio.it/
Sede:
    c/o Park Hotel ai Cappuccini
    Via Tifernate
    06024 Gubbio (PG)
    Tel. 075/9234
    Casella postale n. 78 – 06024 Gubbio
   
e-mail: segreteriarotarygubbio@gmail.com
Note storiche:

    "Il Rotary è un'associazione mondiale di imprenditori  e professionisti, di entrambi i sessi, che prestano servizio umanitario, che incoraggiano il rispetto di elevati principi etici nell'esercizio di ogni professione e che si impegnano a costruire un mondo di amicizia e di pace"


    Il “Club di Gubbio” fa parte del
ROTARY INTERNATIONAL, associazione che comprende 30.000 clubs e conta attualmente oltre 1.200.000 soci in 160 nazioni.
   Il Club eugubino è stato costituito il 26.06.1963. La carta di ammissione al ROTARY INTERNATIONALl porta la data del 23 novembre 1963. Dal 1968 al 1979 ha avuto anche la denominazione di “Club di Gubbio e Gualdo Tadino”. Attualmente il Club fa parte del Distretto 2090, che raggruppa le regioni Abruzzo, Marche, Molise, Umbria.
  Dal 1991 al 2011, del Distretto 2090 ha fatto parte l’Albania

   I soci fondatori furono: Aldo Ajò, Cesare Ajò, Giuseppe Ajò, Pietro Barbetti, Nicola Benedetti, Raoul Braccini, Polidoro Benveduti, Giuseppe Ceccarelli, Enrico Corneli, Alessandro Depretis, Giovanni Depretis, Gaetano Gentile, Alfonso Giordano, Carlo Luzi, Alberto Marcucci Pinoli, Antonio Minelli, Gustavo Panfili, Enzo Sergiacomi.
   Il primo Presidente del Club fu il Prof. Alfonso Giordano, allora primario medico del nostro ospedale.

Alla sua guida si sono susseguiti i seguenti Presidenti:

         1963 - 1964: Alfonso Giordano
    
     1964 - 1965: Alfonso Giordano
         1965 - 1966: Alessandro Depretis
   
      1966 - 1967: Gaetano Gentile 
         1967 - 1968: Giuseppe Ceccarelli
         1968 - 1969: Carlo Luzi
         1969 - 1970: Polidoro Benvenuti
         1970 - 1971: Angelo Pascucci
         1971 - 1972: Gustavo Panfili 
         1972 - 1973: Gustavo Panfili
         1973 - 1974: Cesare Ajò
         1974 - 1975: Cesare Ajò
         1975 - 1976: Mario Rossi
         1976 - 1977: Pietro Barbetti
         1977 - 1978: Pietro Barbetti
         1978 - 1979: Gabrio Minelli
         1979 - 1980: Luigi Pierini
         1980 - 1981: Nazareno Darena
         1981 - 1982: Giovanni Depretis
         1982 - 1983: Luigi Fiorucci
         1983 - 1984: Simone Bartoletti
         1984 - 1985: Giuseppe Giovannini
         1985 - 1986: Giuseppe Giovannini
         1986 - 1987: Walter Panarelli
         1987 - 1988: Augusto Solano
         1988 - 1989: Luigi Balducci
         1998 - 1990: Luigi Balducci
         1990 - 1991: Dino Clementi
         1991 - 1992: Giancarlo Raggi
         1992 - 1993: Giancarlo Raggi
         1993 - 1994: Gino Micatti
         1994 - 1995: Gino Micatti
         1995 - 1996: Gioacchino Minelli
         1996 - 1997: Dino Clementi
         1997 - 1998: Giovanni Depretis
         1998 - 1999: Antonio Wladimiro Fiorucci
         1999 - 2000: Giuseppe Maria Nardelli
         2000 - 2001: Stefano Pierotti
         2001 - 2002: Alberto Angeli
         2002 - 2003: Massimo Panfili
         2003 - 2004: Giuseppe Colaiacovo
         2004 - 2005: Giorgio Ciliegi  
         2005 - 2006: Mario Menichetti
         2006 - 2007: Enrico Passeri
         2007 - 2008:
Giambaldo Belardi
         2008 - 2009:
Rodolfo Mencarelli
         2009 - 2010: Roberto Tanganelli    
         2010 - 2011: Fabio Antonioli   
         2011 - 2012: Lisa Ruhe Minelli 
         2012 - 2013: Massimo Bastiani       
         2013 - 2014: Giampietro Rampini
         2014 - 2015: Claudio Fiorucci
         2015 - 2016: Roberto Tanganelli 
         2016 - 2017: Paola Fiorucci 

         2017 - 2018: Piero Lucio Capitoli
         2018 - 2019: Giovanni Pierotti
         2019 - 2020: Stefano Pisoni     

Scopi:

  • Creare e stimolare uno spirito di comprensione fra i popoli del mondo.
  • Promuovere i principi di buon governo e di buona cittadinanza.
  • Prendere attivo interesse al bene civico, culturale, sociale e morale della comunità.
  • Unire i Clubs con vincoli dell'amicizia e della reciproca comprensione.
  • Stabilire una sede per la libera ed aperta discussione di tutti gli argomenti di interesse pubblico, con la sola eccezione della politica di partito e del settarismo religioso.
  • Incoraggiare le persone che si dedicano al servizio a migliorare la loro comunità senza scopo di lucro ed a promuovere un costante elevamento del livello di efficienza e di serietà morale nel commercio, nell'industria, nelle professioni, negli incarichi pubblici e nel comportamento privato.

 

Attività ed iniziative:
  
Il Club, in coerenza con lo spirito che lo anima, ha posto sempre grande attenzione al territorio, alla città e quindi ha via via organizzato e sostenuto iniziative volte alla promozione culturale della comunità, alla valorizzazione del suo patrimonio storico, artistico, culturale.
   Qui, di seguito, vengono riportate alcune iniziative e l'anno rotariano della loro conclusione:
1972-1973    Donazione alla città di giochi per il parco del Teatro Romano;
1972-1974    Mostra mercato di "Arte grafica contemporanea" (Casa di S.Ubaldo);
1981-1982   Mostra opere del pittore Alberto Fremura (Sala S. Francesco);
1986-1987   Ristampa del volume "Gubbio, memorie e guida storica" di O. Lucarelli, edizione 1888;
1986-1987    Celebrazione del IX centenario della nascita di S. Ubaldo; Per l'occasione il Club ha realizzato un opuscolo con il messaggio inviato da Papa Giovanni Paolo II al Vescovo di Gubbio Mons. Ennio Antonelli;
1986-1987    Promozione della realizzazione della xilografia "La Cuccagna" di Alberigo Morena; La "Cuccagna", tipico gioco popolare che ancora resiste in alcune feste, come la "festa di S. Martino" a Gubbio;
1986-1987    Pubblicazione "Lo studiolo delle Arti liberali del Palazzo Ducale di Gubbio"; il volume riproduce la prima parte del Bullettin n°4, del "Metropolitan Museum of Art" di New York, ove lo Studiolo attualmente si trova.
1988-1989    Ristampa anastatica del volume "Vita di S.Ubaldo Vescovo di Gubbio" di Mons. Pio Cenci, tipografia "Oderisi", 1924;
1989-1990    Sponsorizzazione Concerto Gubbio Festival;
1990-1991    Sponsorizzazione della Video Casetta sulle "Tavole Eugubine";
1991-1992    Il Club partecipa alla sottoscrizione indetta dal Comune e dall'apposito comitato per l'acquisto all'asta della Sotheby's di Zurigo del piatto di Mastro Giorgio "La caduta di Fetonte" (1527);
1991-1992    Restauro della tela "San Pietro Martire" di Rutilio Manetti (Siena 1571-1639), eseguito da Tiziana Monacelli sotto la direzione di Tiziana Abbozzo;
1992-1993    Restauro della tela "San Vincenzo Ferrer" attribuita a Felice Damiani (Gubbio 1540-1608), eseguito da Tiziana Monacelli sotto la direzione di Tiziana Abbozzo;
1993-1994    Realizzazione dell'impianto di illuminazione del Teatro Romano di Gubbio;
1994-1995    Partecipazione alla XII Mostra Nazionale del Tartufo Bianco con uno stand dedicato alla campagna "Vita per l'Albania";
1994-1995    Collaborazione con l'Associazione "Amici della Musica" per la realizzazione del concerto di Katia Ricciarelli nella chiesa di S. Domenico, promosso per sostenere la costruzione di una cappella in onore di S. Ubaldo a Ibarra (Equador). Tale Cappella ha una linea architettonica che richiama quella del Duomo di Gubbio;
1995-1996    Importante incontro sulla viabilità Umbria-Marche "il collegamento stradale tra il porto di Ancona e l'Umbria centro settentrionale";
1995-1996    Restauro della tela "Il convito di Baldassarre" di Francesco Allegrini (Cantiano? 1615 ca - Gubbio? 1680 ca), eseguito da Tiziana Monacelli sotto la direzione di Tiziana Abbozzo;
1997-1998   Restauro della tela "Santa Caterina da Siena" di pittore franco-fiammingo (XVII sec.), eseguito da Tiziana Monacelli sotto la direzione di Tiziana Abbozzo;
1998-1999    Inaugurazione nella chiesa di S. Francesco in Gubbio de "La porta dell'Amicizia", una porta in cristallo con bassorilievo bronzeo a ricordo dell'incontro tra S. Francesco e la famiglia Spadalonga, opera dello scultore eugubino Nello Bocci, donata dal Club alla Famiglia Francescana;
1999-2000    Organizzazione, in collaborazione con il Comune di Gubbio, della manifestazione con la quale la nostra città ha intitolato la piazza situata di fronte al complesso di S. Spirito ad Arturo Frondizi, figlio di eugubini e già Presidente dell'Argentina. Per l'occasione il Rotary Club di Gubbio ha pubblicato, con la collaborazione della Banca Popolare dell'Etruria e del Lazio, il volume "Arturo Frondizi, le radici eugubine, la vita, l'impegno in terra argentina" di M. Vittoria Ambrogi, Giambaldo Belardi e Giancarlo Sollevanti;
1999-2000    Pubblicazione, in collaborazione con il Comune di Gubbio e con la Provincia di Perugia, della Guida del "Parco Ranghiasci Brancaleoni" di Giuseppe M. Nardelli;
1999-2000    Pubblicazione del volume "Il rudere del Cassero sulla cinta muraria della città medievale poi Rocca nuova di S. Agnese costruita dal Duca Federico da Montefeltro" di Bruno Cenni;
2000-2001    Patrocinio alla mostra "Presepi Artistici Eugubini" promossa e realizzata dalla Signora Marcella Marcelli e assegnazione di Targhe alle migliori opere presenti;
2001-2002   Restauro dei seicenteschi "Globi Terrestre e Celeste", opere del cartografo tedesco Matthaus Greater (1556-1638);
2001-2002    Pubblicazione dell'opuscolo "La pianta di Gubbio di Ignazio Cassetta stampata da Joannis Blaeu e Pierre Mortier" di Giuseppe M. Nardelli;
2001-2002    Riconoscimento alla Mostra "Presepi Artistici Eugubini" con l'assegnazione di una targa alla Signora Marcella Marcelli, promotrice ed organizzatrice della stessa;
2002-2003    Collaborazione con la Biblioteca Comunale Sperelliana per l'organizzazione dell'incontro su "Le Confraternite medievali a Gubbio", con la relazione della Prof.ssa Giovanna Casagrande;
2002-2003    8 giugno 2003: Inaugurazione, in collaborazione con il Comune di Gubbio, del Monumento ai Caduti della Guerra 1915/18, voluto dal Rotary Club Gubbio, in occasione del quarantennale della sua fondazione e posto all'inizio del viale della Rimembranza. 
   Per l'occasione, è stato presentato anche il libro "il Viale della Rimembranza di Gubbio" a firma degli studiosi eugubini Fabrizio Cece e Ettore Sannipoli. In esso sono contenute notizie sia sull'attuale monumento, sia sulla storia del Viale della Rimembranza, sia su altri aspetti legati a Gubbio e la Grande Guerra. Nella pubblicazione sono riportati anche
tutti i nomi dei soldati eugubini morti a causa della Grande Guerra.
2004-2005    Il 14 marzo 2004 al Park Hotel Ai Cappuccini, il Forum distrettuale "Cultura e Ambiente" Asse strategico dello sviluppo “Fare Sistema”.
Commissione Progettazione e Organizzazione Forum 
          Giuseppe Colaiacovo          Giancarlo Sollevanti 
          Presidente Club                 Segretario
          Giambaldo Belardi
          Presidente Commissione Azione Esterna
          Piero Lucio Capitoli
          Tesoriere
   Il Forum, organizzato con grande professionalità, ha visto una larghissima parteci
pazione e la presenza di prestigiosi relatori quali Prof. Luca Diotallevi , Dott. Giuseppe De Rita, Dott. Gianni Scipione Rossi, Sen. Francesco Merloni, Cav. Carlo Colaiacovo, Vincenzo Montalbano Caracci, (Governatore Distretto 2090), ha dato un notevole contributo su una significativa ipotesi di integrazione per la realizzazione di un’ Area Vasta, legata dalla “direttrice adriatica”, che coincida con il Distretto rotariano 2090, formato da Umbria, Marche, Abruzzo, Molise, componenti territoriali per costruire un terzo Polo del sistema Italia centrale. Al Forum è seguita la pubblicazione degli Atti.
2004-2005    Il 18 giugno 2005 E’ stato inaugurato il "Largo Caduti di Nassiriya". L'opera realizzata a cura del “Rotary Club” di Gubbio per il recupero e la valorizzazione del verde pubblico è collocata nell'angolo tra viale della Rimembranza e via del Cavarello, ed è stata intitolata ai "Caduti di Nassiriya", ricordati da un’opera in bronzo e pietra, a forma di leggio, dello scultore Nello Bocci.
   L’intervento è stato realizzato in occasione delle celebrazioni per il centenario della fondazione del Rotary International.
2005-2006   Il Rotary Club di Gubbio, insieme alla Confesercenti e alla Confartigianato di Gubbio si sta impegnando nella raccolta di fondi per la realizzazione di un ospedale a TuraleJ, nel sud del Sudan.
   Anche se nel progetto sono coinvolti altri club come il
Rotary Club di Chieri il Presidente del Rotary Club eugubino, Mario Menichetti, ha chiesto ed ottenuto che la struttura venga intitolata al Patrono di Gubbio "S. Ubaldo", infatti il Nostro Santo aveva posto la regola di prevedere accanto ad ogni luogo di culto un luogo per ospitare ammalati e pellegrini.
2006-2007    Nell'ottobre 2006 a Torino ha avuto luogo l'interclub tra il Rotary Club di Gubbio e quello di Chieri.
   Durante l'incontro il presidente del Rotary eugubino, Enrico Passeri, dopo aver ricordato l’impegno del past-president Mario Menichetti, ha consegnato al dott. Meo del Comitato Collaborazione Medica (organizzazione non governativa di cooperazione internazionale) un consistente assegno relativo alla prima tranche del contributo per la realizzazione dell'ospedale.
   Inoltre nella stessa occasione è stato
consegnato il pannello di ceramica raffigurante S.Ubaldo, che era stato benedetto presso la Basilica di Gubbio lo scorso luglio e che verrà collocato nell'ospedale che porterà il nome del nostro santo protettore.
   I lavori di realizzazione procedono alacremente. Una piccola ala del nosocomio risulta addirittura già funzionante grazie al lavoro dei medici volontari e delle suore di Santa Madre Teresa di Calcutta.
   Presto l'
Ospedale S. Ubaldo sarà un punto di riferimento per migliaia di persone.
2006-2007    Il 15 giugno 2007 con un'iniziativa congiunta della Amministrazione Comunale e della Associazione Maggio Eugubino il Rotary Club Gubbio ha posto presso i giardini pubblici di Piazza 40 Martiri un cippo commemorativo per onorare la memoria di Cosimo Antonio Di Palma, Gustavo Ingrosso e Rodolfo Turriti, morti il 31 luglio 1944 nel tentativo di disinnescare una bomba inesplosa. Presente il figlio di Di Palma, Giovanni, che per l'occasione è venuto con tutta la famiglia dal Belgio, dove vive.
2007-2008    Il Presidente del Rotary Club di Gubbio, Giambaldo Belardi, ha proposto di realizzare un intervento umanitario in Africa, al fine di cogliere la preziosa opportunità di utilizzare le attrezzature sanitarie, in seguito alla dismissione dei due ospedali di Gubbio e di Gualdo Tadino, proposta subito accolta dal Presidente del Rotary Club di Perugia Est, Giuseppe Lepore, che ha fatto presente che tali attrezzature sarebbero state quanto mai utili per dotare alcuni ospedali che l’Associazione perugina "Amici del Malawi" ha in animo di costruire a e potenziare, in Malawi, nella diocesi di Zomba.
   Si è costituita una rete iniziale, formata dai Clubs di Gubbio, Gualdo Tadino, Foligno, Perugia Centro e Perugia Est alla quale si sono uniti tutti i restanti
Club Rotary dell'Umbria.

  Il progetto integrato Malawi prevede, come intervento sanitario, la trasformazione di un già esistente Centro Salute in "Ospedale Rurale" ubicato a Pirimiti nella diocesi di Zomba, attraverso l'allestimento funzionale di una costruenda struttura ospedaliera di 60 posti letto e di edifici connessi.   

2011-2012

 

 


    Il Monumento al "Fante" collocato in piazza 40 Martiri a Gubbio è stato inaugurato il 25 aprile 2012  dopo i lavori di di restauro e messa in sicurezza, realizzati secondo il progetto donato gratuitamente al Comune di Gubbio da Club Rotary di Gubbio, grazie anche alla collaborazione dell'architetto Augusto Solano, socio del Club.

2012-2013

   E' l'anno in cui si celebra il mezzo secolo di vita del Club.
   Viene inaugurata la
mostra del 50° in Corso Garibaldi presso Galleria Della Porta.
   La mostra consente di vedere attraverso fotografie, immagini, volumi, quanto realizzato dal Club eugubino in service e in opere per la Città e quanto sia operativo l’Ospedale dedicato a S.Ubaldo in Sud Sudan.

 

   E' stata organizzata una serie di tre "tavole rotonde" per ripercorrere la storia recente della città attraverso la testimonianza dei nostri concittadini che hanno segnato questi anni da un punto di vista politico, economico, culturale e sociale.

 

 

2013-2014    Prima edizione della RUN FOR YOU la corsa/passeggiata non competitiva di 5 km organizzata a fini benefici organizzata dal Rotary club Gubbio che ha riunito tante associazioni e gruppi che si occupano di solidarietà, giovani, e sport quali Associazione Leukos, ragazzi del Baracca del Party, Pallavolo Gubbio, ecc. 
2014-2015    Il Rotary Club Gubbio insieme alle Amministrazione Comunali di Gubbio e  di Assisi, alla Soprintendendenza Archivistica dell’Umbria e delle Marche, agli Ordini degli Architetti e degli Ingeneri della Provincia di Perugia ha organizzato, in occasione del centenario della nascita di Giovanni Astengo, per il giorno 30 aprile 2015 presso la sala Trecentesca del Comune di Gubbio la giornata di studio “GUBBIO E ASSISI: CENTRI STORICI E TERRE DELL’UMBRIA TRA GLI ANNI ’50 E ’60” con  Proiezione del documentario Città e terre dell’Umbria, girato dall’urbanista Giovanni Astengo nel 1961. Dopo i saluti del Sindaco di Gubbio Prof. Filippo M.Stirati, delle Autorità e dei Presidenti dei Rotary Club di Gubbio, Claudio Fiorucci e di Assisi, Nicolangelo D’Acunto, l’Arch. Massimo Bastiani  ha introdotto il lavori con la relazione “La presenza di Astengo a Gubbio negli anni che cambiarono l’urbanistica”. E' seguita la Lectio Magistralis del  prof. Bruno Gabrielli dal titolo “Urbanistica e Centri Storici la lezione di Astengo tra Gubbio e Assisi” e l’intervento del Soprintendente archivistico per l’Umbria e le Marche dr. Mario Squadroni  “La presenza di Astengo a Gubbio attraverso la documentazione archivistica presente”.
2015-2016    Progetto “Acchiappatalenti” consistente in borse di studio del Rotary club Gubbio. La Commissione Giudicante del progetto “Acchiappatalenti – Adotta un giovane Artigiano” ha ritenuto di premiare quali migliori lavori le opere di: Giovanni Ceccarelli, Luca Frati Riccardo Gaggi, Gaia Martinelli, Laura Pauselli.
Le opere sono state esposte presso la Galleria della Porta e il 4 novembre 2015 sono state consegnate le borse di studio alla presenza dell’imprenditore Brunello Cucinelli e del sindaco del Comune di Gubbio.
 
2016-2017     Il Rotary Club di Gubbio ha donato una Meridiana che è stato sistemata sulla parete sud della Basilica di S. Ubaldo. L’orologio solare è stato inaugurato dal vescovo Mario Ceccobelli domenica 5 marzo in occasione dell’anniversario della Canonizzazione di S. Ubaldo.
La meridiana è originale e studiata appositamente per richiamare i simboli della tradizione. Oltre alle ore, un piccolo raggio di sole indica le tre date dei Santi della "Festa dei Ceri": 17 gennaio per S. Antonio, 23 aprile per S. Giorgio e 16 maggio per S. Ubaldo; inoltre alle ore 12, è evidenziato il "mazzolino dei fiori". Sono riportate le coordinate geografiche e la frase in latino "Nemo Tempori ac Amentibus Imperare Potest" (al tempo ed ai matti non si comanda).
  
2017-2018

    Cerimonia in memoria dei caduti di Nassiriya presso il giardino sito in Via della Rimembranza e intitolato alle vittime della strage, realizzato alcuni anni fa su iniziativa del Rotary Club Gubbio.

A 14 anni dal 12 novembre 2003 quando un camion cisterna con 300 Kg di tritolo esplose nella base di Nassiriya, e persero la vita 28 militari e civili di cui 19 italiani e ne rimasero feriti 58, il Comune di Gubbio e il Rotary hanno voluto ricordare i drammatici fatti deponendo una corona d’alloro sul monumento che ricorda l’impegno delle forze dell’ordine in quella zona teatro di guerra per ristabilire legalità e ordine.
 

2018-2019      "Campus Disabili": rinnovata l’iniziativa di tutti i club umbri per anno Rotariano 2018/19. Con il suo inizio nel 2012, il Campus è probablimente il progetto più sentito per i rotariani umbri. L’idea è quella di ospitare, in una struttura adeguata (negli ultimi tre anni l’hotel Beniamino Ubaldi a Gubbio), un certo numero di persone senza limiti di età con vari livelli di disabilità e i rispettivi familiari e/o accompagnatori. Il service ha lo scopo di offrire loro un’occasione di incontro fra realtà ed esperienze diverse, una vera e propria vacanza, un’opportunità di socializzare e divertirsi insieme ai soci rotariani di tutta la regione, al rotaract ed agli animatori.
 

  

    A seguito della votazione tenuta nel nostro Distretto 2090 è risultato eletto Governatore per l’anno 2021 – 2022 il socio GIOACCHINO MINELLI, 64 anni, ingegnere civile, appartenente al Rotary Club Gubbio.

   È la prima volta in 56 anni di vita del club che un socio del Club di Gubbio viene eletto governatore Rotary del distretto 2090 (Umbria, Marche, Molise e Abruzzo).
  

<<< TORNA ALL'INDICE "ASSOCIAZIONI ed ENTI"