Home Lascia il tuo messaggio E-mail Messaggi e Lettere di Eugubini nel Mondo
   CRONACA  AGOSTO  2021
   
<<< TORNA ALL'INDICE CRONACA 2021         <<< TORNA ALL'INDICE CRONACA GENERALE
14 agosto 2021: Matteo Sampaolesi vince il Torneo dei Quartieri
18 agosto 2021: I Ceri 2021 .... ancora possibile?
   
   
   
Vedi le News... Ultimissime!!! >>>

  Vedi le News... del mese successivo!!!

Vedi le News... del mese precedente!!!

                                     

 

14 agosto 2021 Matteo Sampaolesi vince il Torneo dei Quartieri


     Gubbio 14 agosto 2021 – 46° edizione del Torneo dei Quartieri

    Nella splendida cornice di Piazza Grande si è potuto godere dell'atmosfera medioevale, ludica, allegra e spensierata che il Torneo dei Quartieri ha regalato anche quest'anno, dopo l'interruzione del 2020, a causa della pandemia Covid.
    A partire dalle 18.00 la competizione in Piazza Grande tra i quattro Quartieri, San Martino, Sant'Andrea, San Pietro e San Giuliano, che si sono cimentati nel tradizionale "Torneo" con il
tiro con la balestra tra i componenti della Società Balestrieri suddivisi nei 4 quartieri di appartenenza.
   
A centrare il tasso è stata la veretta di Matteo Sampaolesi, balestriere del quartiere di San Giuliano, il podio è stato completato dai balestrieri Alessandro Fiorucci di San Pietro ed Alessandro Mancini anche lui di San Giuliano.

   La serata è stata animata anche dalle leggiadre evoluzioni delle ballerine della Scuola di Danza “Città di Gubbio”, con le loro eleganti coreografie e gli artistici voli delle bandiere del Gruppo Sbandieratori.
Il Palio della manifestazione è stato quest'anno realizzato da Lucio Lupini, presidente onosrario del Maggio Eugubino.

18 agosto 2021 -I Ceri 2021... ancora possibile?


     Gubbio 18 agosto 2021 – Consegnato al Sindaco Prof. Filippo M. Stirati un protocollo tecnico per svolgere la Festa dei Ceri 2021 in forma ristretta.
     Iniziativa del gruppo di ceraioli denominato "Ceri 2020"

COMUNICATO STAMPA

    Un'edizione della Festa dei Ceri che preservi l'essenza del rito e garantisca la continuità della tradizione, evitando se possibile un secondo definitivo annullamento causa Covid. In attesa di poter tornare in futuro ad una forma tradizionale della manifestazione del 15 maggio.
    È quanto chiede un gruppo di ceraioli denominato "Ceri 2020" che scrive a Sindaco e Amministrazione Comunale proponendo un apposito schema di protocollo, in conformità con le norme anti Covid.
    Una forma molto ristretta della Festa dei Ceri è possibile, compatibilmente con le norme attuali, come spiegano i proponenti.
    La nota, contenente l'ipotesi di protocollo, è stata definita da un comitato tecnico interno al gruppo, composto da esponenti del mondo medico-scientifico ed esperti del settore sicurezza, con il valore aggiunto di essere ceraioli e dunque conoscere le esigenze e peculiarità del rito dei Ceri.
   La definizione (il Rito dei Ceri) e' scelta non a caso dal gruppo di proponenti che chiede al Sindaco di farsi carico della necessità di sottoporre tale progetto all'attenzione del Prefetto e di individuare una data utile per lo svolgimento del rito, garantendo nell'essenza la continuità della Festa dei Ceri.
    Il tutto sia alla luce del sentire generale dei ceraioli, che a giugno sono stati interpellati su questo, sia considerando quanto avvenuto per altre manifestazioni tradizionali in Italia, come da ultimo i Candelieri di Sassari (una delle cinque feste di macchine a spalla gemellate con i Ceri di Gubbio e tutelate dall'Unesco) appena il 14 agosto scorso.
   In sintesi, il protocollo prevede la realizzazione di una "bolla" all'interno delle mura del centro storico e lo svolgimento del "rito essenziale": l'alzata dei Ceri e la corsa lungo l'itinerario cittadino fino in cima al monte Ingino, il tutto in uno spazio temporale ristretto di poche ore (a tutela dell'integrità della bolla) e per preservare l'essenza autentica del rito (omaggio al Patrono). All'interno delle mura, il protocollo prevede la presenza di un massimo di 3.000 ceraioli (1.000 per cero) con green pass e tampone negativo chiamati a partecipare attivamente alle fasi essenziali della Festa.
    La motivazione fondamentale di questo protocollo è data dalla situazione pandemica attuale, che non consente soluzioni alternative ma soprattutto è l'impossibilità di avere per il prossimo mese di maggio 2022 la certezza assoluta che possa svolgersi la Festa dei Ceri "come noi la conosciamo".
    Il rischio di dover annullare la Festa dei Ceri per un terzo anno nel 2022 non è da escludere e dunque è necessario pensare fin d'ora ad una ipotesi ristretta che, se ritenuta compatibile con le norme attuali dalle autorita' preposte, potrebbe essere adottata anche prima della fine del 2021.
   Un lavoro meticoloso e dettagliato, quello approntato e presentato dal gruppo, che vuol essere un contributo concreto utile anche in futuro considerando che, a detta degli esperti, la pandemia continuerà a far sentire la propria presenza e a condizionare le grandi manifestazioni di massa, ancora per alcuni anni.
    L'attesa di una Festa dei Ceri secondo tradizione, potrebbe infatti protrarsi molto a lungo a scapito soprattutto delle più giovani generazioni (che rischiano di "abituarsi" a non avere più la Festa dei Ceri) come anche dei più anziani (che si chiedono se mai potranno "rivedere almeno una volta i Ceri").
    Il gruppo "Ceri 2020", composto da alcuni ex capodieci e da ceraioli di diversa estrazione anagrafica, si è costituito spontaneamente lo scorso anno in occasione del primo annullamento della festa e ha avuto già alcuni incontri nei mesi scorsi con il Sindaco di Gubbio al quale aveva preannunciato la possibilità di definire un protocollo con l'ausilio di professionalità competenti. Il documento è stato depositato in Comune e spetterà al Sindaco disporne come riterrà opportuno anche alla luce di eventuali ulteriori approfondimenti per i quali il gruppo, con i suoi referenti, si dichiara fin d'ora disponibile.
    L'auspicio ora, al di là di opinioni soggettive, è che il lavoro e la proposta inoltrata possano essere presi in considerazione, ponderati ed essere un riferimento utile per decidere in merito alle prossime settimane e in ogni caso, anche ai prossimi mesi.
    Il gruppo "Ceri 2020" è aperto all'adesione e al contributo di tutti coloro che hanno a cuore il presente e soprattutto il futuro della Festa dei Ceri.

Per il Comitato tecnico
Prof. Ing. Luca Tasso
avvalorato esperto in Prevenzione e Sicurezza e Piani di Emergenza ed Evacuazione

Prof. Dr. Vincenzo Ambrogi
Direttore della U.O.C. Chirurgia Toracica al Dipartimento Scienze Chirurgiche del Policlinico Tor Vergata

Per gruppo "Ceri 2020"

Vittorio Fiorucci
Dr. Massimo Panfili

Vedi le News... Ultimissime!!! >>>

Vedi le News... del mese successivo!!!

Vedi le News... del mese precedente!!!
<<< TORNA ALL'INDICE CRONACA 2021
<<< TORNA ALL'INDICE GENERALE DELLA CRONACA