Home Lascia il tuo messaggio E-mail Messaggi e Lettere di Eugubini nel Mondo
   CRONACA  MAGGIO  2021
   
<<< TORNA ALL'INDICE CRONACA 2021         <<< TORNA ALL'INDICE CRONACA GENERALE
02 maggio 2021: Discesa dei Ceri in città... soltanto nel nostro cuore!
02 maggio 2021: Scompare Gianfranco "Franco" Palicca, capodieci di S. Ubaldo 1985
05 maggio 2021: 200 anni fa moriva Napoleone Bonaparte
15 maggio 2021: Annullamento della Festa dei Ceri 2021
21 maggio 2021: Presentato il libro "Tutti i Colori dei Ceri" di Gianluca Sannipoli
22 maggio 2021: Francesco Allegrucci scompare all'età di 64 anni
29 maggio 2021: Il "Corriere delle Alpi" ricorda il 15 maggo 2021 senza la "Festa dei Ceri"
29 maggio 2021: A Jessup annullata la Corsa dei Ceri, bensì è mantenuta la Processione
30 maggio 2021: Annullata la disputa del Palio della Balestra
   
   
Vedi le News... Ultimissime!!! >>>

  Vedi le News... del mese successivo!!!

Vedi le News... del mese precedente!!!

                                      

 

2 Maggio 2021 Discesa dei Ceri in città... soltanto nel nostro cuore!


   Prima Domenica di Maggio 2021: La Discesa dei Ceri in Città … per il secondo anno consecutivo non esiste!!!

    Ecco un album di foto di tanti anni diversi, scelte a caso e riproposte con lo scopo di suscitare ricordi, emozioni e dare vita ad un fatto che non c’è!

Vedi foto d'Archivio (180 foto)

2 Maggio 2021 Scompare Gianfranco "Franco" Palicca, capodieci di S. Ubaldo 1985


      Purtroppo dobbiamo aggiungere alla triste storia di questi giorni anche la scomparsa, all’età di 74 anni, di Gianfranco "Franco" Palicca, protagonista indimenticato della squadra di Calcio del Gubbio e Capodieci del Cero di S. Ubaldo nel 1985.
     Alla famiglia giungano le nostre più sentite condoglianze.
Il funerale si è svolto lunedì 3 maggio alle ore 16 presso la chiesa di Casamorcia, nel rispetto delle norme di prevenzione anti covid-19.

5 Maggio 2021 200 anni fa moriva Napoleone Bonaparte


     Duecento anni (5 maggio 1821) moriva Napoleone Bonaparte.

     Seppure in maniera del tutto marginale anche Gubbio può entrare nel discorso della storia di Napoleone.
 
     La storia infatti riporta la "battaglia di Ponte Novo", l'8 e 9 maggio 1769, combattuta e persa dalla giovane Repubblica della Corsica contro la Francia, battaglia che ha inciso pesantemente nel cambiare il destino non solo della Corsica, ma anche della Francia, dell'Italia e dell'intera Europa se non del mondo intero.
 
    La corsica in conseguenza di quella battaglia divenne Francese e tre mesi dopo, quando Napoleone nacque (15 agosto 1769) era "francese".

    Non è esagerato dire che senza quella battaglia sicuramente il mondo non avrebbe conosciuto Napoleone Bonaparte.

   GUBBIO e l'Eugubinità in qualche modo entrano nella vicenda! (vedi)

 

15 Maggio 2021 annullamento della Festa dei Ceri 2021


     19 Aprile 2021 - dall' Ufficio Stampa del Comune di Gubbio:
    "E’ stato firmato questa mattina il decreto di presa d’atto dell’impossibilità di svolgere la Festa dei Ceri il 15 Maggio 2021, la Festa dei Ceri Mezzani il 23 Maggio 2021 e la Festa dei Ceri Piccoli il 2 Giugno 2021, con il conseguente annullamento delle stesse.
     Visto il perdurare della situazione pandemica e il quadro normativo in essere, che rende impossibile svolgere il rito festivo nella forma canonica, il sindaco Filippo Stirati, in qualità di responsabile per l’ordine pubblico e la sicurezza della città di Gubbio e per la Festa dei Ceri, ha fatto propria la responsabile condivisione delle componenti della rappresentatività della comunità eugubina, ovvero Diocesi di Gubbio, Università dei Muratori, Associazione Maggio Eugubino, Famiglia dei Santubaldari, Famiglia dei Ceraioli di San Giorgio e Famiglia dei Santantoniari. Incontratisi lo scorso 28 marzo, anche alla presenza del Capitano dei Ceri e dei tre Capodieci per l’anno 2020/2021, i rappresentanti della comunità eugubina hanno condiviso la dolorosa e sofferta ma necessaria decisione di annullare, dopo quella del 2020, anche la Festa dei Ceri 2021. È stato confermato il programma sobrio ed essenziale di riti civili e religiosi svoltisi lo scorso anno, che verrà comunque nuovamente reso noto nei giorni a venire in tutti i dettagli.
    Pur nella sofferenza dell’inevitabile decisione di annullare anche per quest’anno la Festa dei Ceri si guarda comunque con speranza al prossimo futuro e il sindaco si fa parte attiva nell’ascolto del sentimento del popolo ceraiolo, che è l'assoluto protagonista della storia e delle tradizioni che alimentano la nostra comunità da secoli, e che verrà ascoltato e seguito con costanza senza escludere nessuno.
    Una particolare vicinanza e tutela sarà rivolta ai bambini e ai giovani, che in quest’assenza prolungata si ritrovano senza il naturale rapporto simbiotico con la secolare tradizione della Festa dei Ceri quale forma eccelsa della storia comunitaria e nella devozione verso S.Ubaldo.
    Questa nuova, dolorosa prova non impedirà alla comunità tutta di continuare a guardare con fiducia al domani, certi del fatto che torneremo a celebrare “con spirito di libertà e allegrezza” l’omaggio al nostro Patrono."

    Nei mesi a seguire, poi, un gruppo di ceraioli liberamente costituitosi in "Gruppo Ceri 2020"
(che già nello scorso anno aveva esortato l'Amministrazione Comunale ad autorizzare un'edizione straordinaria della Festa) ha nuovamente cercato, senza riuscirvi, di raggiungere il medesimo obiettivo, di realizzare una festa, seppure con delle limitazioni, per celebrare comunque il "rito in onore del Patrono".

        Quindi la Festa dei Ceri il 15 maggio 2021  non è stata celebrata.

    Riportiamo qualche notizia relativa agli annullamenti della Festa che la storia riporta in occasioni di Guerre o calamità:

1916-1917-1918 La Festa fu sospesa a causa della Prima Guerra Mondiale, ma occorre ricordare che nel  1917 – ci fu la famosa edizione della Festa sul Col di Lana

1941La Festa fu sospesa a causa della seconda Guerra Mondiale (Durante gli anni successivi, fino al 1945 compreso, la Festa fu regolalmente fatta seppure utilizzando i Ceri Mezzani).

    Non si hanno notizie di altre sopenzioni della Festa, infatti nei secoli precedenti seppure in situazioni difficili, per quello che ci è dato sapere, la Festa si è sempre regolarmente celebrata.

    Da tenere conto che in occasioni di gravi epidemie, spesso il calendario è stato propizio al punto da non dover costringere ad annullare lo svolgimento della Festa. Facciamo qualche esempio:

1)
1348 in occasione della gravissima epidemia di Peste Nera che provocò in Europa milioni di morti, a Gubbio si registrarono casi tra il giugno e il settembre del 1348, quindi dopo la Festa dei Ceri, che potè poi essere regolarmente svolta anche nel maggio successivo (1349) ad emergenza cessata.

2) Un discorso analogo è riferibile al
1622 in occasione di un'altro picco epidemico di Peste che interessò Gubbio dal luglio al settembre.

3) Nemmeno l'epidemia di Tifo Esantematico - Petecchiale del
1817 fermò i Ceri, tant'è che sono conosciuti i nome dei Capitani di quell'anno (Palmi Ubaldo, Ronchi Arcangelo, Ronchi G.Battista, Costi G.Battista e Provvedi Giuseppe).

4) Il calendario fu favorevole anche in occasione dell'epidemia di Colera del
1855, presente a Gubbio dall'Agosto all' Ottobre, senza quindi interferire con le Feste di S. Ubaldo.

5) Anche la tremenda epidemia di Influenza Spagnola del 1918-19 non impedì la Festa dei Ceri del 1919 in quanto a Gubbio, pur provocando oltre 300 morti dall'ottobre 1918 al gennaio 1919, di fatto scomparve improvvisamente nel febbraio successivo, rendendo così possibile la festa il 15 maggio
1919.
 

15 maggio 2021
l'Associazione Eugubini nel Mondo ha portato il proprio omaggio al Sacrario Militare di Pian di Salesei, sul Col di Lana, a ricordo della festa dei Ceri del 1917, realizzata dai soldati eugubini durante la Grande Guerra
15 maggio 2021
 Il 15 maggio è il giorno in cui a Gubbio si svolge la “Festa dei Ceri”

Dopo il '20 anche quest’anno 2021 la festa è stata annullata a causa delle norme anti Covid-19.

La sospenzione di questa festa secolare rappresenta un fatto assolutamente eccezionale e per Noi Eugubini molto doloroso.... per questo... per rendere questo giorno meno angosciato siamo giunti, oggi 15 maggio 2021, a Pian di Salesei dove nel 1917, mentre a Gubbio la festa, a causa d
ella Guerra, era vietata, i nostri nonni, soldati su questo fronte, hanno con grande impegno, voluto celebrarla ugualmente, come ricordano ai visitatori i “Ceri” conservati nella cappella di questo Sacrario.
ASS. EUGUBINI NEL MONDO

  
Il 29 maggio2021, il quotidiano "Corriere delle Alpi" pubblica un articolo, a firma di Lorenzo Soratroi, ricordando che questo 15 maggio 2021, è il giorno caratterizzato dall'assenza della Festa dei Ceri, per il secondo anno consecutivo. Evenienza verificatesi per la prima volta nella storia secolare del rito che gli Eugubini tributano al Patrono S. Ubaldo.
    La nostra Associazione ha voluto essere presente a Livinallongo del Col di Lana, nel Sacrario militare di Pian di Salesei, proprio nel luogo ove si svolse l'edizione eccezionale della Corsa dei Ceri 1917, realizzata dai soldati eugubini impegnati su quel tratto di fronte della Prima Guerra Mondiale.
L'articolo è stato pubblicato anche in lingua Ladina su La Usc di Ladins

21 Maggio 2021 Presentato il libro "Tutti i colori dei Ceri"


    E' stato presentato il libro di Gianluca Sannipoli: “Tutti i colori dei Ceri – Volti e Storie di una Festa senza tempo”.

   Il libro prende spunto dall’idea di dare colore a storiche fotografie della festa e della città.  Ciò che può sembrare un’idea “hollywoodiana” o un semplice esercizio di stile, in realtà nasconde l’interesse e la curiosità di vedere le immagini attraverso un affascinante viaggio con gli occhi dei padri. Al fascino del bianco e nero, però limitato dai toni grigi, si contrappone la profondità dei colori che, anche se soltanto verosimili, ci offrono allo sguardo scorci della Festa, di volti e della città che videro e vissero i protagonisti di allora.

  Ma il libro non si limita alla pubblicazione delle foto bensì ricostruisce tante storie, tante vicende personali e familiari di generazioni di artigiani, commercianti e contadini, di amministratori comunali e religiosi, di tanti uomini e donne che hanno fatto la storia della Festa dei Ceri e che nel corso dell’Ottocento e nella prima parte del Novecento la fecero sopravvivere, spesso a costo di sacrifici oggi inimmaginabili. Storie che raccontano di povertà e di emigrazione sempre vissute però con la fierezza e l’orgoglio di appartenenza alla comunità.
 

    Tra l'altro, incrociando dati anagrafici, notizie tratte da altre pubblicazioni e soprattutto grazie ad internet è stato possibile ritrovare le tracce di persone emigrate anche oltre un secolo fa, che ebbero un ruolo importante in edizioni della Festa ormai molto lontane e delle quali si era persa completamente memoria. Di alcune è stato possibile anche ritrovare fotografie.
 

    La grafica del volume è stata curata da Michele Baccarini di “Gu.Fo. comunica” e la stampa dalla Tipografia Donati di Gubbio. Il libro esce con il sostegno dell’Amministrazione comunale di Gubbio e dell’Istituto Centrale per il Patrimonio Immateriale, oltre al patrocinio dell’Università dei Muratori Scalpellini ed Arti congeneri, delle tre Famiglie ceraiole, dell’Associazione Maggio Eugubino e del Centro di documentazione e studi sulla Festa dei Ceri “Adolfo Barbi”.
 

   Gianluca Sannipoli è giornalista e telecineoperatore. Tra le altre ha pubblicato: “La Festa dei Ceri e l’Università dei Muratori (1891 – 1900)” (Edizioni Ceraiole, 1996); “Colle Antico” (Media Video, romanzo, 2007); “La Terza Effe – Luigi Fagioli, storia di un campione della velocità” (Media Video, 2008).

   Il Libro è in vendita presso
le librerie e le edicole di Gubbio, e può essere anche acquistato tramite internet: es. Libreriauniversitaria.it ; ibs.it
; ecc
 

22 Maggio 2021 Francesco Allegrucci scompare all'età di 64 anni


    Oggi, a Perugia, è scomparso improvvisamente, all’età di 64 anni, il Dott. Francesco Allegrucci, eugubino, ceraiolo santantoniaro, attaccatissimo alla sua città, appassionato ricercatore che ha contribuito al ritrovamento di antichi ed importanti documenti puntualmente donati a varie associazione cittadine, come la lastra eburnea del 18° secolo (raffigurante un balestrino da caccia) che ora è esposta presso il Museo del Balestriere, come la brocca del cero di S. Antonio del 1926 o come i disegni originali della terza cappelluccia dell'architetto livornese Luigi del Moro (datati 1870) donati alla Famiglia dei Santantoniari, come le copie originali del 1938 di PRO GUBBIO e di Via Ch’Eccoli, donate al Maggio Eugubino.
    Nel 1986 aveva ricevuto anche il premio Bandiera. Nel gennaio scorso era stato eletto consigliere nel comitato regionale del calcio Umbro. Per anni dipendente prima della Comunità Montana Alto Chiascio e quindi funzionario della Provincia di Perugia, da poco era collocato in pensione.
   Alla moglie Barbara e ai familiari giungano le nostre più sentite condoglianze.

   

29 Maggio 2021 A Jessup annullata la Corsa dei Ceri, bensì è mantenuta la Processione


    A Jessup, come era già successo lo scorso anno, a causa della pandemia Covid-19, è stata annullata la Corsa dei Ceri. Bensì, a differenza dello scorso anno, tra le varie cerimonie si è svolta anche la Processione con la Statua di S. Ubaldo che normalmente precede e dà il via alla corsa.

30 Maggio 2021 Annullata la disputa del Palio della Balestra


    Annullata la disputa del Palio della Balestra, che normalmente si svolge nell'ultima domenica di Maggio.
    La Società dei Balestrieri di Gubbio ha emesso il seguente comuunicato:
   
«In accordo con l’Amministrazione Comunale e la Società Balestrieri di Sansepolcro, per il secondo anno la nostra Città dovrà rinunciare dolorosamente alla celebrazione del Palio della Balestra nella data canonica dell’ultima domenica di Maggio.
   La decisione presa, sebbene con grande rammarico, è inevitabile per il grande senso di responsabilità che la Società Balestrieri di Gubbio ha nei confronti della città.
   Con grandissimo coraggio ed altrettanto imponente attaccamento alla nostra tradizione secolare ed ininterrotta del Palio, la Società Balestrieri di Gubbio anche nel 2020 è stata in grado di organizzare il Palio alla prima data utile (14 agosto 2020), unica manifestazione storico folkloristica in Italia nel 2020 insieme con l’edizione del Palio a Sansepolcro.
   Non nascondiamo la ferma e decisa volontà di celebrare anche quest’anno il Palio non appena e se le condizioni sanitarie lo permetteranno.
   Confidiamo che questo giorno arrivi molto presto, grazie alla responsabilità di ognuno di noi ed al miglioramento delle condizioni sanitarie regionali, nazionali ed internazionali.
   In attesa di questo giorno, nella giornata del Palio, domenica 30 maggio, verrà affisso il Tasso in Piazza Grande ed il Palazzo del Bargello, sede della Società, sarà imbandierato ed illuminato nella serata con fiaccole, a simboleggiare l’omaggio dei Balestrieri al nostro Patrono Ubaldo per il quale viene celebrato il Palio della Balestra