Home Lascia il tuo messaggio E-mail Messaggi e Lettere di Eugubini nel Mondo
   CRONACA  GENNAIO  2023
   
<<< TORNA ALL'INDICE CRONACA 2023         <<< TORNA ALL'INDICE CRONACA GENERALE
06 Gennaio  2023: La "Befana del Pompiere" a Gubbio
07 Gennaio  2023: GIORNATA Nazionale della BANDIERA dell'ITALIA
08 Gennaio  2023: Scompare Sanio Panfili, ex Sindaco di Gubbio
08 Gennaio  2023: Scelti i Capodieci dei Ceri 2023
17 Gennaio  2023: Festa di Sant'Antonio Abate
21 Gennaio  2023: Libro: "S. Ubaldo, Santo della Riconciliazione": i Luoghi - il Culto
Vedi le News... Ultimissime!!! >>>

  Vedi le News... del mese successivo!!!

Vedi le News... del mese precedente!!!

                                      

 

03 gennaio 2023 -La "Befana del Pompiere" a Gubbio


     In piazza Grande, dopo il biennio segnato dalla pandemia Covid-19, è ritornato il tradizionale appuntamento con la “Befana del Pompiere” organizzato dai Vigili del Fuoco - Distaccamento di Gubbio.

    La manifestazione è giunta alla sua 27° edizione.

   Alle ore 11,30 gli Sbandieratori di Gubbio hanno aperto la manifestazione in una piazza gremita di bambini con il loro genitori e nonni, riscuotendo il consueto e fragoroso applauso dei presenti.

  
Quindi alle 12.00 la Befana ha fatto capolino dalla torretta del Palazzo dei Consoli.

  
Poco dopo  si è poi calata in piazza con un volo acrobatico e l'aiuto di idonee funi gestite dai Vigili del fuoco.

   Già durante la discesa ha distribuito, lasciando cadere, ai bambini che stavano estasiati a guardarla con il naso in su, caramelle in abbondanza.
  Poi una volta giunta a terra ha raggiunto la scalinata del palazzo, ha salutato i presenti e si è messa a distribuire ai tutti i Bambini sacchetti di caramelle e dolcetti.
 
    Infatti secondo la tradizione, la Befana è una donna molto anziana che vola su una vecchia scopa e fa visita ai bambini, nella notte dell'Epifania (tra il 5 e il 6 gennaio), e riempie le calze che loro hanno appositamente appeso sul camino o vicino a una finestra o ai piedi del letto. Però... generalmente, i bambini che durante l'anno si sono comportati bene riceveranno dolci, caramelle, frutta secca o piccoli giocattoli. Al contrario, coloro che si sono comportati male troveranno le calze ripiene di carbone.

 

07 gennaio 2023 -GIORNATA Nazionale della BANDIERA dell'ITALIA


    Oggi è la GIORNATA Nazionale della BANDIERA dell'ITALIA.
   La giornata fu istituita con la legge n. 671 del 31 dicembre 1996, in occasione delle celebrazioni del bicentenario della nascita a Reggio Emilia del tricolore italiano, che avvenne ufficialmente il 7 gennaio 1797. 

 

08 gennaio 2023 - Scompare Sanio Panfili, ex Sindaco di Gubbio


    E' scomparso all'età di 76 anni, l’Ing. Sanio Panfili, giovanissimo sindaco di Gubbio, dal 1975 al 1985.
 
   E stato il 6° sindaco di Gubbio, dal dopoguerra.

   Noto e stimato nella sua professione di ingegnere, politicamente sempre molto impegnato fin da giovane, è stato anche Presidente del Consiglio Regionale dell'Umbria (1990-91), con esperienze anche in Provincia di Perugia.


   Grande appassionato di fotografia e autore, tra l’altro, dell’opera magna “Forma & Decoro – il Restauro dei Ceri” che raccoglie tantissimi scatti che testimoniano tutte le varie fasi del restauro dei Ceri, effettuato nel 2011.


    Ha dato il suo contributo anche nel mondo dell’associazionismo e dello sport cittadino, come presidente e fondatore della società Rugby Gubbio.


    La nostra Ass. Eugubini nel Mondo porge le più sentite condoglianze alla moglie Serenella, al figlio Moreno, ai nipoti e a tutta la sua famiglia.


 

   “Con Sanio Panfili – scrive l'attuale Sindaco Filippo Stiratise ne va un importante pezzo di storia della vita politica e istituzionale non solo della città di Gubbio ma dell’intera regione, una perdita per me dolorosa anche sul piano personale, visto il legame e l’amicizia oltre che la comune storia amministrativa, che ci ha visto spesso collaborare anche in anni lontani. Sanio è stato un figlio del popolo, che si è emancipato e ha saputo costruire un suo brillante percorso professionale di ingegnere e di insegnante e che ha preso parte attivamente a tante vicende di modernizzazione e innovazione della nostra città, come per esempio la grande pagina scolastica dello Sperimentale di Letizia Cassata.
    Il suo cursus honorum lo ha visto sindaco di Gubbio per 10 anni, consigliere regionale con ruoli di vertice nell’Ufficio di presidenza e all’interno della Provincia, dove ha esplicato con grande competenza il ruolo di pianificatore territoriale.
    La passione per la fotografia da semplice hobby è cresciuta in lui come un’altra grande dote pressoché professionale, facendogli scrivere anche in questo ambito momenti davvero entusiasmanti. Grande è stato il suo contributo anche all’interno di molteplici associazioni cittadine, nella valorizzazione della musica jazz, dello sport e della cultura.
    Un uomo appassionato, Sanio, ligio al dovere, fortemente legato ai sentimenti privati della famiglia così come all’impegno civile e pubblico, nel quale non si è mai risparmiato, anche quando le condizioni fisiche non erano delle migliori. Forte il senso della sua militanza politica all’interno del PCI, sensibile al richiamo delle battaglie per i più deboli e per il superamento delle storiche strozzature del nostro territorio, tra gli anni ‘70 e ‘80 e tra gli ‘80 e ‘90 è stato per tutti noi un punto di riferimento fondamentale, una persona umile ma al tempo stesso determinata e pronta a dare buoni e saggi consigli.
    E’ stato per me un onore e un privilegio sentirlo vicino, sollecito e solidale nella mia elezione a sindaco e in tutto il grande e complesso lavoro che ne è scaturito."

    Anche l'ex Sindaco Orfeo Goracci interviene a ricordare Sanio: "Ricordare una figura così importante per noi Eugubini e per la comunità regionale richiederebbe molto spazio. Mi limito a sottolineare che è stato un Grande Sindaco, un autorevole amministratore Regionale e Provinciale, un politico colto, attento ai cambiamenti e, soprattutto, dotato di pensiero lucido e indipendente. Aspetto ancora più importante è stato un grande uomo.
   Anche quando le posizioni politiche non convergevano, cercava sempre i punti di caduta e si adoperava per la convergenza, più che per la rottura.
   Con la sua capacità e concretezza amministrativa per me è stato un maestro.
   La sua città, che ha rappresentato al meglio, lo ricorderà sempre con ammirazione e gratitudine."


 

08 gennaio 2023 - Scelti i Capodieci dei Ceri 2023


Dopo due anni di assenza, a causa della pandemia covid-19, si è tornati all'elezione dei Capodieci (l'ultima volta era avvenuta nel gennaio 2020)
 

Sono stati eletti:

Corrado Fumanti "Gozzo" per S. Ubaldo

Euro Bellucci "Bomber" per S. Giorgio

Riccardo Martiri per S. Antonio

Vedi la pagina delle votazioni
     e video delle nomine

 
 
17 Gennaio 2023 - Festa in onore di S.Antonio Abate

   Nel giorno della festa di S. Antonio Abate, è stato ufficialmente presentato, presso la Chiesa dei Neri, il Capodieci 2023 del Cero di S. Antonio:  Riccardo Martiri


   Com'è consuetudine, si è proceduto anche alla
"Benedizione" dei piccoli santantoniari nati nel 2022.

   Quindi la S. Messa concelebrata dal Cappellano della Famiglia di Santantoniari, Don Marco Cardoni e dal Vescovo LUciano Paolucci Bedini


  Dopo la presentazione i santantoniari si sono ritrovati tutti alla cena preparata e servita presso gli Arconi sotto Piazza Grande alla presenza dei:

  
Capitani dei Ceri di quest'anno: Luca Cecchetti (Primo) e
Roberto Pierotti (Secondo)

   Capodieci 2023 del Cero di S. Giorgio e di S.Ubaldo (Euro Bellucci e Corrado Fumanti)

 
  Per l'occasione è stato pubblicato, come da consuetudine, il giornale "il Ceraiolo Santantoniaro" che riassume tutte le recenti iniziative realizzate dalla Famiglia: dal ricordo dei Ceraioli scomparsi, al bilancio economico annuale della famiglia e tante altre importanti informazioni ceraiole su fatti e personaggi.
 

      

21 Gennaio 2023 - Presentato il libro: "S. Ubaldo, Santo della Riconciliazione": i Luoghi - il Culto

    Presentato Il libro “Sant’Ubaldo, Santo della Riconciliazione: I luoghi – Il culto”.
   

    Alla presentazione, presso la Biblioteca Sperelliana, oltre agli autori, erano presenti il vescovo, Luciano Paolucci Bedini e il sindaco di Gubbio, Filippo Stirati, insieme al rettore della Basilica, padre Giuseppe Ganassin.
   Proprio l’ordine dei Canonici Regolari Lateranensi – che dal gennaio 2020 è tornato a custodire la Basilica – ha contribuito nei secoli alla diffusione del culto di Sant’Ubaldo fuori dalla diocesi di Gubbio.

   L’opera nasce dall’impegno di quattro autori: Marcella Marcelli, Paolo Salciarini, Giancarlo e Antonio Sollevanti che con oltre 250 pagine e circa 500 foto hanno documentato e raccolto tutto ciò che riguarda il culto di Ubaldo Baldassini nella città e sul territorio eugubino, nelle regioni italiane, nei Paesi europei e nel mondo intero.
    Il libro è edito da Efg – Fotolibri Gubbio e rappresenta una vera e propria “opera omnia” dove sono documentante tante memorie ubaldiane, iconografia, località intitolate a sant’Ubaldo, edicole e tabernacoli, monete e stampe, reliquie, canti, preghiere e invocazioni e tutto quanto per descrivere e catalogare il culto del nostro Patrono, ma non si ferma a Gubbio, passa infatti in rassegna quasi tutte le regioni d'Italia (dal Trentino Alto Adige all'Abruzzo, dal Veneto alla Calabria), i Paesi Europei (Francia, Belgio, Lussemburgo, Germania, Spagna, Polonia, Slovenia) ed Extraeuropei (Canada, Stati Uniti d'America, Brasile, Sudan, Ecuador, Zambia), per dimostrare quanto il culto di Sant'Ubaldo sia diffuso in tutto il mondo.

      

 
Vedi le News... Ultimissime!!! >>>

Vedi le News... del mese successivo!!!

Vedi le News... del mese precedente!!!
<<< TORNA ALL'INDICE CRONACA 2023
<<< TORNA ALL'INDICE GENERALE DELLA CRONACA