Home Lascia il tuo messaggio E-mail Messaggi e Lettere di Eugubini nel Mondo
   CRONACA MAGGIO 2009
   
<<< TORNA ALL'INDICE CRONACA 2009         <<< TORNA ALL'INDICE CRONACA GENERALE
01 Maggio 2009: Il tenore Riz Pauselli ritorna nella sua Gubbio
02 Maggio 2009: Ristampa del libro sulla vestizione di S. Ubaldo nel 1822
04 Maggio 2009: Discesa dei Ceri
08 Maggio 2009: La musica Eugubina vola in alto!
09 Maggio 2009: Una via di Gubbio intitolata al Prof. Angeletti
09 Maggio 2009: Restaurato il portale della Basilica di S. Ubaldo
10 Maggio 2009: Restaurati altri tre Ceppi dei Ceri
10 Maggio 2009: Il sindaco di Gubbio candidato al Parlamento Europeo
12 Maggio 2009: “Brocche d’Autore”, ottava edizione
14 Maggio 2009: La vigilia della "Festa dei Ceri"
14 Maggio 2009: Inaugurata la "passerella" di Piazza S. Giovanni
15 Maggio 2009: "Festa dei Ceri" 2009
16 Maggio 2009: Il giorno di S. Ubaldo
20 Maggio 2009: I Santi Nuovi per il Ceri di Jessup sono arrivati in America
Maggio 2009: "Promessi Sposi" e "La città di pietra" 2 video made in Gubbio
23 Maggio 2009: Festa dei Ceri a Jessup, in America
24 Maggio 2009: Festa dei "Ceri Mezzani"
25 Maggio 2009: Gli Sbandieratori di Gubbio hanno 40 anni!
26 Maggio 2009: Eletto il nuovo Sindaco del Consiglio Comunale dei Ragazzi
31 Maggio 2009: Il Palio della Balestra sotto la pioggia

Vedi le News... Ultimissime!!! >>>

                                              Vedi le News... del mese successivo!!!

       Vedi le  News... del mese precedente!!!

                                                            

1 Maggio 2009 - Il tenore Riz Pauselli ritorna nella sua Gubbio


   Grande Successo di pubblico per il concerto tenutosi presso la sala teatro della casa di riposo "Astenotrofio Mosca".
   L’iniziativa è stata organizzata da Paola Urbani dell’Astenotrofio.
Ad esibirsi un ospite speciale, il tenore di origini eugubine Riz Pauselli, nato a Gubbio e residente a Roma.
   Accompagnato da Sandra Pirruccio al pianoforte, il tenore ha dato saggio della sua bravura e con l’occasione ha cantato anche due canzoni scritte da lui stesso e dedicate alla nostra città e alla Festa dei Ceri: “Gubbio, perla dell’Umbria” e “Inno dei ceraioli”.

   Riz porta sempre nel cuore la sua città natale, come più volte ha ripetuto durante l’esibizione e ovunque vada nel mondo, con orgoglio, si vanta sempre della sua origine eugubina.

                                               

2 Maggio 2009 - Ristampa del libro sulla vestizione di S. Ubaldo nel 1822


   Presentata presso la casa di S. Ubaldo la ristampa anastatica del libro “La relazione della solenne vestizione del Sagro Corpo di Sant’Ubaldo”, stampato nel 1822.
  Il 20 maggio 1822 il corpo di Sant’Ubaldo venne rivestito di nuovi paramenti e fu eseguita una ricognizione del corpo. Di quel giorno esiste una dettagliata cronaca. Molte le funzioni religiose che furono celebrate a partire proprio dal 16 maggio di quell'anno. La
Famiglia dei Ceraioli di San Giorgio
presieduta da Enzo Panfili, ha deciso di eseguire quest’anno una ristampa anastatica di quella relazione in collaborazione con Gianluca Sannipoli, curatore dell'opera proposta da Roberto Procacci.
   Quella vestizione fu resa possibile grazie al contributo di Antonio Felicchi, ricco commerciante eugubino che trasferitasi a Livorno aveva fondato
una società di import-export con gli Stati Uniti.


                                                     

4 Maggio 2009 - Discesa dei Ceri


  "prima domenica di Maggio". I Ceri vengono riportati in città dalla Basilica di Sant'Ubaldo dove erano stati deposti, come sempre, a conclusione della festa dello scorso anno.
   Si tratta del primo vero atto che prelude la grande festa del 15 maggio 2009.
   Una calda mattina e una grande folla hanno fatto da cornice al ritorno dei Ceri in città.
   Celebrata in Basilica la S
anta Messa alle ore 8.00 i Ceri sono stati portati in città e collocati dentro il Palazzo dei Consoli.
   Poi, tutto come sempre: la colazione con la "coradella" per tutti, seguita dal pranzo grandioso, a base d'agnello, per 650 persone, preparato dall'
Università dei Muratori nelle sale degli Arconi, sotto Piazza Grande.
      

   Per l'occasione, come è tradizione, è uscito il periodico "Via ch'eccoli", giunto alla 34° edizione. Quest’anno il consueto inserto, giunto alla XIV edizione, riguarda “la Festa dei Ceri nel periodo comunale (1160-1384)” a firma di Adolfo Barbi.


 

                                                     

 8 Maggio 2009 - La musica Eugubina vola in alto!


  Il gruppo musicale eugubino Le Core è fra i 16 finalisti del concorso per Cantautori Musicultura (ex Premio Recanati).
   Le Core è l’unico gruppo Umbro presente nel concorso.
  I 16 finalisti saranno ridotti a 8 mediante vari meccanismi: due gruppi saranno scelti in base alle votazioni del pubblico che ascolterà i brani su Radio "Uno Rai" e voterà telefonicamente. Uno viene scelto votando tramite il sito della Gazzetta dello Sport, 5 gruppi sono scelti dalla giuria che sarà composta da nomi importanti della musica italiana quali: Claudio Baglioni, Edoardo Bennato, Samuele Bersani, Carmen Consoli, Lucio Dalla, Teresa De Sio, Niccolò Fabi, Tiziano Ferro, Fleur Jaeggy, Fiorella Mannoia, Dacia Maraini, Alda Merini, Gianna Nannini, Gino Paoli, Vasco Rossi, Michele Serra, Daniele Silvestri, Patrizia Valduga, Roberto Vecchioni, Antonello Venditti, Mario Venuti, Sandro Veronesi.
   La canzone “La valigia dello straniero” de Le Core ha passato il primo turno radiofonico, per questo dal gruppo ringraziano tutti gli eugubini che hanno votato e chiedono di continuare a dare il proprio sostegno. Basta ascoltare nuovamente il brano che andrà in onda sempre su Radio Uno Rai dal 9 al 15 maggio alle 17,25 e continuare a votare. Il numero di telefono per votare da rete fissa è 894.794.30. Si può telefonare 24 ore su 24 dal 9 maggio fino alle 19 del 15 maggio. Da cellulare telefonare al numero 899.03.03.00 + codice 30 (il codice si digita quando la voce lo chiede).
Gli 8 finalisti si esibiranno allo all’Arena Sferisterio di Macerata il 26, 27, 28 giugno.


                                                     

9 Maggio 2009 - Una via di Gubbio intitolata al Prof. Angeletti


   Alla presenza dei suoi parenti,  amici e di tanti cittadini che lo ricordano con affetto è stata intitolata una strada, già via del Globo, al Prof. Pietro Ubaldo Angeletti, da tutti chiamato con affetto “Piero”.
  Probabilmente tutti ricordano la via del Globo che da via Savelli si ricongiunge attraverso una piccola scalinata a via Sperelli.
  “Un gesto simbolico ma dal grande significato - ha detto il sindaco Goracci scoprendo la targa che adesso indica la via - una figura di fama internazionale che non ha mai dimenticato le sue origini. A Gubbio inoltre creò nel 1982 uno centro di studi sulla ipertensione e le malattie cardiovascolari, citato tuttora nelle maggiori riviste mediche. Il suo impegno nella ricerca scientifica lo vide accanto per anni al Premio Nobel Rita Levi Montalcini”.
  
A ricordar
e il Prof. Angeletti, scomparso nel 1992, anche il Dr. Mario Angeletti che con commozione ha raccontato la figura dell'illustre fratello. “Questa è una via - ha detto - che Piero ha percorso tante volte per tornare a casa. Gli piacerà che qualcuno si fermi a ricordarlo”.
   A testimoniare le qualità umane e professionali di Angeletti anche suo cognato Prof. Luigi Frati, attuale Rettore dell’Università "La Sapienza" di Roma, che nel sottolineare quanto fosse stato importante il ruolo di Piero Angeletti nella scoperta scientifica della Montalcini, ha aggiunto: “È davvero opportuno aver  intitolato
a lui una via che fa riferimento al Globo, dà la dimensione internazionale di questo figlio di Gubbio”.
  
Questa via non è la prima ad essere intitolata al Prof. Pietro Ubaldo Angeletti
, infatti il 24 giugno 2004 a lui fu dedicata una via anche a Roma.

 
                                                    

9 Maggio 2009 - Restaurato il portale della Basilica di S. Ubaldo


   Presentati i lavori di restauro del portale principale della Basilica di Sant’Ubaldo.
   Il restauro è stato voluto e realizzato dalla famiglia Pierotti in memoria del Cavaliere Carlo Pierotti, molto devoto del nostro Santo Patrono e fervente ceraiolo Santubaldaro.
   Carlo in qualità di Socio dell'Università dei Muratori, nel 1974, a soli 47 anni, ha guidato la festa dei Ceri come "Primo Capitano" e a tutt'oggi rimane il più giovane Capitano dei Ceri.
   Nel 1977 è stato nominato Cavaliere del Lavoro, quale riconoscimento per la passione e il rigore mostrato nel mestiere di “Capo Mastro”, qualità ancora oggi evidenti nei lavori da lui eseguiti sui principali monumenti eugubini.
   La tradizione della sua famiglia, dedita all'arte della pietra fin dagli inizi del 1900, continua anche ai tempi nostri con l'impresa gestita dal figlio Stefano e la figlia Nadia
(Pierotti Carlo s.n.c.)
specializzatasi quasi subito nel restauro conservativo e strutturale di beni artistici ed architettonici in collaborazione con il Ministero della Pubblica Istruzione all’epoca preposto alla tutela dei beni culturali e in seguito con il Ministero per i Beni Culturali e con le attuali Soprintendenze.
   L’impresa, sotto la guida del Cavaliere, ha affrontato le più diverse tematiche del restauro conservativo e strutturale, ed ha  sperimentato costantemente nuove tecniche e sviluppato un' esperienza che, accompagnata da collaudate metodologie d’intervento, permette l’utilizzo di soluzioni differenti applicate sempre con il massimo riguardo per le vicende architettoniche e costruttive della fabbrica.
A sua impresa si devono interventi a Palazzo Ducale, Palazzo Pretorio (la sala trecentesca), presso il complesso di San Francesco e molti altri.
   A marzo era stata stipulata una convenzione tra la famiglia e il Comune di Gubbio per l’intervento, con l’auspicio che fosse concluso prima della Festa dei Ceri del 2009. E così è stato!
   Alla presenza di un numeroso pubblico la figlia Nadia Pierotti ha illustrato la figura del padre e le fasi del restauro del Portale. Subito dopo il Prof. Bruno Cenni ha relazionato sulla storia della Basilica e del suo Portale (datato 1 maggio 1527), inoltre a tutti i presenti è stato consegnato un breve
depliant riassuntivo
dell'argomento.
   Alla cerimonia sono intervenuti il Sindaco Goracci, che ha ricordato tra l'altro il recente restauro del Palazzo del Bargello, alcuni Assessori, il Vescovo Ceccobelli, e Pierluigi Neri, assessore alla cultura della provincia di Perugia, che ha letto una toccante lettera di "saluto a Carlo", inviata nell'occasione dal famoso Architetto italiano Domenico Antonio Valentino, già soprintendente per i beni architettonici, il paesaggio e per il patrimonio storico artistico delle province di Firenze, Pistoia e Prato.


                                                     

10 Maggio 2009 - Restaurati altri tre Ceppi dei Ceri


   Alla presenza di Capitani e Capodieci, è stato illustrato dall’assessore Renzo Menichetti, nella sala trecentesca del Palazzo Comunale, il restauro di tre "ceppi", sui quali poggiano i Ceri in via Savelli della Porta, prima della corsa.
   Il restauro dei ceppi dei Ceri, una iniziativa voluta dall’assessorato alla cultura del Comune ed eseguita dalla ditta Co.Re.Ba., si è reso necessario visto il loro cattivo stato di conservazione: sui
ceppi infatti con il passare degli anni si è sviluppata una patina nera, che ne ha  nascosto le decorazioni originali.
   Già
lo scorso anno erano stati restaurati i primi tre ceppi (uno per cero, come quest'anno).
   I sostegni, creati per dare una collocazione più nobile ai Ceri durante la sosta evitando di poggiarli per terra, sono diversi l’uno dall’altro e diversi da Cero a Cero.
   Quest'anno i tre ceppi oggetto di restauro sono stati: la torretta campanaria del Palazzo dei Consoli per il cero di Sant’Ubaldo, i tre barili con la bottiglia per il cero di San Giorgio e  il tronco con la scritta “caccia riservata”
per il Cero di Sant’Antonio.
   Nel corso della presentazione organizzata dal Comune con la collaborazione dell’Università dei Muratori, Maggio Eugubino, Famiglie Ceraiole e Diocesi di Gubbio, è stato illustrato l’intervento di restauro. Lo storico eugubino Fabrizio Cece ha presentato una breve relazione storica sull'autore dei ceppi (Gaetano Agostinelli) e sulle motivazioni che lo spinsero alla loro realizzazione nel 1899.

                                                                   

10 Maggio 2009 - Il sindaco di Gubbio candidato al Parlamento Europeo


   Il sindaco di Gubbio, Orfeo Goracci, è il primo eugubino ad essere candidato per diventare membro del Parlamento Europeo.
   L'elezione si svolgerà dal 4 al 7 giugno in tutti i 27 paesi dell'Unione.
  In Italia si voterà
il 6 e 7 Giugno e saranno eletti 72 Deputati.
  Q
uella di inviare un proprio rappresentante a Strasburgo, è indubbiamente una grossa opportunità per Gubbio.
   Come Eugubini, plaudiamo, ci
auguriamo ed auspichiamo sempre che Gubbio possa essere sempre più rappresentato nelle sedi importanti della politica, a prescindere dalle appartenenze partitiche.
   A rimarcare il carattere europeo di questa consultazione elettorale, non è fuori luogo ricordare che possono votare anche gli eugubini residenti all'estero.


                                                     

12 Maggio 2009 - “Brocche d’Autore”, ottava edizione


   Presentata l’ottava edizione di “Brocche d’Autore” iniziativa ideata dallo studioso ed esperto d'Arte eugubino, Ettore Sannipoli e promossa dal Maggio Eugubino e in collaborazione con Comune di Gubbio, Provincia di Perugia e Regione Umbria.
  Ogni anno vengono realizzate nove inedite brocche dei Ceri da parte di tre artisti della ceramica. L’intento è quello di arricchire le tradizionali manifestazioni di maggio con un evento culturale legato alla Festa dei Ceri e all’
arte della ceramica.
   “La brocca rappresenta uno dei simboli più importanti della Festa - ha precisato il presidente del Maggio Eugubino, Lucio Lupini - siamo arrivati a 73 brocche un bel patrimonio per il quale speriamo di trovare una giusta collocazione”.
  
Gli Autori di quest’anno sono stati l’eugubino Paolo Biagioli, Caterina Calabrese, nata a Spoleto, vive a Gualdo Tadino, ma ha un vissuto di molti anni a Gubbio e Luciano Laghi, di Brisighella insegnante presso l’Istituto d’Arte di Faenza.
   La mostra rimarrà aperta fino al 2 giugno presso
il Palazzo Comunale nella
Sala Espositiva di Via Lucarelli.


                                                     

14 Maggio 2009 - La vigilia della "Festa dei Ceri"


   Nella cucina, sotto gli Arconi, allestita dall'Università de Muratori fervono i preparativi per la colazione dei ceraioli di domattina
   15 quintali di baccalà vengono cucinati, insaporiti con una salsa preparata con una ricetta gelosamente custodita dai mastri muratori. Tutto procede secondo programma.
   Verranno preparate
8000 porzioni di baccalà, di cui una grande quantità  sarà preparata in porzioni e poste in vaschette di alluminio per essere acquistate, portate a casa ed essere consumate in famiglia.
   Quest'anno sarà ripresa la tradizione (interrotta soltanto lo scorso anno) di servire il cosiddetto "assaggio del baccalà" del 14 sera, sotto gli arconi.
   Grande lavoro anche nelle taverne delle Famiglie Ceraiole che si preparano alla grande affluenza di questa sera e soprattutto di domani sera.
   La benedizione dei Capitani e Capodieci presso la Chiesetta dei Muratori alle 18.00 e poi il "Doppio" del Campanone alle 19.00 sono i momenti caratterizzanti della serata.
    Grande impegno da parte della emittente televisiva locale (TRG) per garantire la diretta televisiva della festa anche su internet.

                                                     

14 Maggio 2009 - Inaugurata la "passerella" di Piazza S. Giovanni


  Inaugurata la "passerella" che collega via della Repubblica a Piazza San Giovanni. Erano presenti il sindaco Orfeo Goracci, esponenti della Giunta Comunale, Francesco Barbetti in rappresentanza delle Cementerie Barbetti, che hanno sostenuto l’onere finanziario dei lavori di riqualificazione della piazza, e il parroco don Mauro Salciarini.
   «Si completa così il progetto di riqualificazione di Piazza San Giovanni – ha commentato il sindaco Orfeo Goracci - redatto dall’architetto Gae Aulenti e realizzato nel 2006 dalle imprese cementiere Aldo Barbetti. Si tratta di una passerella in ferro e vetro che permette di superare una zona attualmente utilizzata come accesso per la sede del quartiere di San Giuliano. La struttura potrà essere utilizzata anche dai portatori di handicap. Cogliamo di nuovo l’occasione per ringraziare le Cementerie Barbetti che hanno sostenuto l’onere finanziario di tutta l’operazione S. Giovanni, l’impresa Vispi che ha realizzato i lavori, i tecnici del comune e tutti coloro che sono stati impegnati nella realizzazione dell’intervento». Francesco Barbetti ha ringraziato tutti coloro che hanno permesso la realizzazione di un progetto così importante ritrovando, a fronte di un investimento, un risultato che resterà nella storia della città. Dal canto suo anche il parroco don Mauro Salciarini nel ringraziare tutti per aver realizzato un’opera che ha dato grande vitalità alla zona ha precisato che: «mai come ora era stata utilizzata questa piazza che prima era soltanto un parcheggio».


                                                     

15 Maggio 2009 -  "Festa dei Ceri" 2009


 

 

   Dopo un inizio di mattina in cui il tempo sembrava volgere al peggio, con qualche goccia di pioggia, un cielo nuvoloso ha fatto da cornice all'alzata dei Ceri 2009.  

 

 

   I tre Capodieci hanno guidato la lunghissima sfilata dei rispettivi ceraioli che, in verità, quest'anno ha rapidamente raggiunto Piazza Grande, dove l'alzata si è svolta in perfetto orario (alle 11.20).

   Poi è stata una discreta giornata, senza sole ma anche senza pioggia.  pochissime gocce soltanto al rientro dei Santi!

   I Ceri hanno corso, nonostante la giornata feriale di venerdì, tra una folla enorme ed
esultante. Splendida la Festa ed appassionante la corsa!
   L'omaggio al Patrono si è ripetuto con lo slancio e la devozione di sempre!
 
   Alla cronaca sono consegnate: un' inconsueta caduta di San Antonio al mattino, proprio all'inizio della Mostra, in via dei Consoli, poi una grande ed eccezionale corsa di tutti e tre Ceri.
 

   I Ceri, al loro arrivo in Basilica, hanno ripetuto, secondo tradizione, il rituale vecchio di secoli: il Cero di S. Ubaldo è riuscito a chiudere alle sue spalle la porta del chiostro di fronte al Cero di S. Giorgio che è stato comunque artefice di una corsa davvero bella. Dopo pochi giri nel chiostro, S. Ubaldo è stato "scavjato" e riposto all'interno della Basilica; subito dopo il grande portone è stato riaperto per permettere l'ingresso del Cero di S. Giorgio e di S. Antonio.

   Fausto Marionni e Roberto Menichetti Capitani, e i Capodieci: Luca Faccenda di Sant'Ubaldo, Roberto Traversini di San Giorgio e Marco Cancellotti di Sant'Antonio hanno guidato ceraioli ed eugubini in una bellissima giornata sicuramente degna di essere ricordata.

   Tanti gli Eugubini ritornati da ogni angolo del mondo per rivivere la Festa. Inoltre, nonostante il venerdì, tanti i turisti arrivati appositamente e tanti i vip presenti.

   Numerose le delegazioni provenienti da Jessup, da Thann e da Sassari.

  Grazie alla tradizionale e consolidata collaborazione con Trg - Tele Radio Gubbio che trasmette da oltre 25 anni le immagini in diretta della Festa dei Ceri, abbiamo potuto offrire, attraverso un link con il sito internet www.trgmedia.it  le immagini in diretta della Festa dei Ceri 2009.
   Questo ha consentito agli "Eugubini nel mondo" di poter vedere in diretta le immagini della propria festa, dall’alzata fino in cima al monte Ingino. Oltre Sei ore di diretta tv per raccontare e documentare le emozioni del 15 maggio, a beneficio di chi era impossibilitato a viverle dal vivo.

   Chi lo desidera può vedere le immagini registrate.


                                                     

16 Maggio 2009 -  Il giorno di S. Ubaldo


   Come da recente tradizione la statua di S. Ubaldo viene trasferita al Duomo dalla Chiesetta dei Neri, dove é stata depositata ieri sera al termine della Processione che ha dato il via alla Corsa dei Ceri.
   Il vescovo di Terni-Narni-Amelia 
mons. Vincenzo Paglia  ha concelebrato assieme al vescovo di Gubbio Mons. Mario Ceccobelli al vescovo emerito Mons. Pietro Bottaccioli il
solenne pontificale in Cattedrale, in onore di Sant’Ubaldo nel giorno della sua Festa.
   In una Cattedrale gremita di fedeli sono presenti il
Sindaco Orfeo Goracci, i sindaci delle altre città componenti la Diocesi di Gubbio, i rappresentanti dell’autorità militari nonché i rappresentanti delle città gemellate di Thann e di Jessup.
   Presenti alla funzione religiosa anche i protagonisti della Festa dei Ceri, i Capodieci Luca Faccenda, Roberto Traversini e Marco Cancellotti e i Capitani Fausto Marionni e Roberto Menichetti assieme ai Presidenti della Famiglie Ceraiole, del Maggio Eugubino, dell’Università dei Muratori, della Società dei Balestrieri, dei Sbandieratori e della nostra Associazione Eugubini nel Mondo. 
   Nel pomeriggio solenne celebrazione anche in Basilica, infine alle ore 18 il tradizionale Concerto di S. Ubaldo tenuto dalla Banda “Città di Gubbio”. Come lo scorso anno il concerto si è tenuto in cima a Corso Garibaldi ai piedi della "Statua" del Santo.
   Nella serata infine presso il Park Hotel Ai Cappuccini la tradizionale
"Cena degli eugubini lontani", un momento conviviale organizzato dalla Ass. Maggio Eugubino, dal lontano 1958. 
   Durante la serata, oltre alla consegna di un riconoscimento ai
Capodieci e Capitani della Festa dei Ceri 2009, sono stati consegnati dei
premi speciali di benemerenza, rivolti a coloro i quali hanno dimostrato un forte attaccamento alla città di Gubbio.
   I premiati sono stati: Marcello Minelli, eccellente maestro artigiano del legno che con gli altri componenti della azienda familiare, ha realizzato la riproduzione dello Studiolo di Federico da Montefeltro che dopo sette anni di lavoro, tra non molto, sarà collocato nel Palazzo Ducale di Gubbio al posto dell'originale che si trova definitivamente al Metropolitan Museum di New York.
   Altro premiato è stato il Prof. Adolfo Barbi, consigliere del Maggio Eugubino, storico che da tanti anni ha mostrato un fortissimo interesse per le tradizioni e la storia di Gubbio.
   Premiata anche l'Associazione "Amici del cavallo" con il suo Presidente Stefano Bocci, che contribuisce in maniera importante alla Festa dei Ceri, giacché ad essa si deve l'assistenza e la preparazione dei Capitani, dell'alfiere e del trombettiere affinché possano tranquillamente cavalcare in mezzo la folla del 15 maggio.
  Premiati anche i Vigili del Fuoco con la consegna di una gigantografia che documenta il loro lavoro nell'ambito della Festa dei Ceri.
   Per quanto riguarda il tradizionale riconoscimento riservato ad un eugubino che vive lontano da Gubbio, quest'anno è stata premiata la Sig.ra Paola Filippetti, figlia di Ubaldo ed Argene Fumaria, emigrata giovanissima con i propri genitori, in Lussemburgo dove ha creato un salone diventato molto famoso.

                                                     

20 Maggio 2009 - I Santi Nuovi per il Ceri di Jessup sono arrivati in America


   Quest' anno, 2009, ricorre il Centenario della prima edizione della Festa dei Ceri in Jessup, in Pennsylvania, fatta dagli Eugubini emigrati oltreoceano per trovare lavoro nelle miniere di quella regione.
   Per l'occasione la nostra Associazione Eugubini nel Mondo, unitamente all'Università dei Muratori, al Maggio Eugubino e alle tre Famiglie Ceraiole ha commissionato all'eugubino Demetrio Bellucci tre nuovi santi per i Ceri di Jessup.
   Dopo essere stati benedetti il 12 maggio scorso nella Chiesetta dei Muratori, dal Cappellano dei Ceri Don Giuliano Salciarini, oggi alle ore 5.40 sono partiti da Gubbio alla volta di Roma, da dove hanno proseguito in aereo e sono giunti negli Stati Uniti, a Philadelphia, alle 21.00 (ora italiana) ed hanno immediatamente proseguito per Jessup dove sono giunti poco prima del tramonto.

   "
In occasione del centenario 1909-2009 del St. Ubaldo Day - si legge nel documento di donazione dei «Santi» alla Società di S. Ubaldo di Jessup da parte delle sei Associazioni Eugubine - con orgoglio doniamo i nuovi Santi per la “Festa dei Ceri” a Jessup. Siamo sicuri che essi manterranno in terra d’America il sapore e la forza della grande tradizione di Gubbio.
W S. Ubaldo, W S. Giorgio, W S. Antonio. San Ubaldo benedica tutti".

   Ora sono pronti per essere collocati sopra i rispettivi Ceri per la Festa che si celebra a Jessup sabato prossimo 23 maggio.

                                                     

Maggio 2009 - "Promessi Sposi" e "La città di pietra" 2 video made in Gubbio, in 10 minuti


   "I Promessi Sposi in 10 minuti" è il titolo di un simpatico video presente su You Tube, realizzato dall'eugubino Fabio Vagnarelli e la sua compagnia "Oblivion".
  In soli 10 minuti il filmato racconta l'intero romanzo di Alessandro Manzoni, con l'aggiunta di sottofondo musicale realizzato parafrasando famosissimi brani.
vedi
  
   "Gubbio - La città di pietra"
é un altro interessante video realizzato da Luigino Brunetti che mostra tante bellezze architettoniche e tanti angoli caratteristici di Gubbio.
Vedi

                                                     

23 Maggio 2009 - Festa dei Ceri a Jessup, in America


   In una bella giornata di sole si è svolta a Jessup (Pennsylvania) la memorabile Festa dei Ceri del Centenario 1909-2009.  I capodieci “americani”: Anthony Marino (S.Ubaldo), Steve Pisarski (S.Giorgio) e Albert Anelli   (S.Antonio), con il Capitano dei Ceri, Tom Fiorelli II, hanno guidato i loro ceraioli in una grande corsa che ha ben onorato S. Ubaldo anche al di là dell’oceano.

2009 - Da sn a dx (from L to R): Mark Mariani (Presidente della St. Ubaldo Society); Tom Fiorelli II (Primo Capitano); Steve Pisarski (Capodieci di San Giorgio); Anthony Marino (Capodieci di Sant' Ubaldo); Albert Anelli (Capodieci di Sant' Antonio).

   I nuovi santi donati da Gubbio a Jessup hanno effettuato la loro prima corsa (vedi ).

Jessup 2009 - In questa foto si vede un ceraiolo eugubino (Giampaolo Angeloni) "volato" in America per l'occasione del Centenario. I ceraioli americani gli hanno voluto riservare il ruolo di Capodieci su questo importante tratto iniziale della Corsa.

Photogallery del Centenario della Festa dei Ceri a Jessup

by  Photographer  Linda Bonacci-Anelli  
 

                                                     

 

24 Maggio 2009 - Festa dei "Ceri Mezzani"


Una giornata molto calda fa da sfondo alla Festa dei Ceri Mezzani.
   Federico Vagnarelli e Riccardo Chiocci, rispettivamente primo e secondo Capitano, insieme ai Capodieci (Luca Belardi per il cero di Sant'Ubaldo, Marco Cardoni per San Giorgio e Daniele Pecci per Sant'Antonio) hanno dato il via ad una giornata di Festa contrassegnata da una bella e serena allegria.
 

   Spettacolare e al giusto orario (circa le 11.00) l'alzata , fragorosa e gioisa la mostra, poi alle 18.00 la frenetica corsa, appassionante e incontenibile com'è da sempre quella dei nostri giovani ceraioli. 
   Alla cronaca va ascritta una caduta di S. Giorgio durante la prima girata della sera e una caduta di S. Ubaldo sul quarto stradone; impeccabile la corsa del Cero di S. Antonio.

   Infine all'arrivo in Basilica, al termine dell'ultimo sforzo, quello più duro, rappresentato dalla salita lungo gli stradoni del monte Ingino, i Ceri hanno ripetuto, secondo tradizione, il rituale vecchio di secoli: il Cero del Santo Patrono, essendo riuscito a chiudere abbastanza agevolmente la Porta del chiostro della Basilica, dopo rapide girate all'interno del chiostro, è stato “scavijato” e sistemato all'interno della Basilica. Subito dopo il grande portone è stato riaperto per permettere l'ingresso del Cero di S. Giorgio e di S. Antonio.
  
Poi, al canto dell'Inno a S. Ubaldo, il ritorno in città delle statue dei Santi.
   Come per il 15 maggio gli "Eugubini nel Mondo" hanno avuto la possibilità di seguire la corsa in diretta su internet, grazie al collegamento con il sito di Tele Radio Gubbio.

                                                     

25 Maggio 2009 - Gli Sbandieratori di Gubbio hanno 40 anni!


   Grande successo per la serata celebrativa dei 40 anni degli Sbandieratori.

   I numeri spiegano tutto: 40 anni, 1.600 manifestazioni, 400 componenti che si sono avvicendati; il gruppo Sbandieratori di Gubbio taglia il prestigioso traguardo dei 40 anni e lo celebra con una serata speciale nella Sala Trecentesca del Palazzo del Comune, davanti ad un pubblico numerosissimo e alla presenza di tanti protagonisti di oggi e di ieri.

   A fare gli onori di casa il presidente Giuseppe Sebastiani, fondatore ed anima di un gruppo che è stato capace di diventare un simbolo della città e di portare il nome di Gubbio dinanzi alle folle di tutto il mondo. Il Presidente ripercorre ricordi e tappe di questi 4 decenni (25 maggio 1969 - 25 maggio 2009), “I primi passi furono mossi - ha raccontato - insieme alla Società dei Balestrieri con l’allora presidente Filippo Meli entusiasta dell’iniziativa”, ricorda anche il Premio Bandiera, vicino ai 25 anni di vita, voluto insieme al Comune per onorare chi, eugubino e non, ha dato lustro alla nostra città.

   Applaudito un video celebrativo, realizzato da Giampaolo Pauselli, con immagini e ricordi che attraversano gli ultimi 40 anni di vita a Gubbio: 40 anni tutt’altro che indifferenti per il cammino di valorizzazione della città in Italia e all’estero.
 
  Il ruolo importante degli Sbandieratori è stato riconosciuto anche dai i Sindaci di questo periodo: Pier Luigi Neri, Sanio Panfili, Paolo Barboni, Ubaldo Corazzi Orfeo Goracci che ha sottolineato l’insostituibilità degli sbandieratori nel ruolo che a loro ormai appartiene: portatori di un messaggio di straordinaria suggestione, tendente a valorizzare Gubbio.


  L’intitolazione di una Via (Passaggio dei Bandieranti),  idea partorita dal compianto avv. Giorgio Gini, ne è testimonianza e al tempo stesso riconoscimento.

 


 

                                                     

26 Maggio 2009 - Eletto il nuovo Sindaco del Consiglio Comunale dei Ragazzi


   Si sono svolti presso la Sala Consiliare del Comune di Gubbio, i lavori per l’elezione del nuovo sindaco del Consiglio Comunale delle Ragazze e dei Ragazzi.
  La seduta Consiliare è stata presieduta dalla Presidente del Consiglio Comunale Antonella Stocchi che nel dare il benvenuto ha ricordato: «Da oggi prende il via l’attività di questo Consiglio Comunale delle Ragazze e delle Ragazzi, dal quale matureranno esperienze importanti e significative per la società; un’occasione rilevante per far sì che i vostri suggerimenti e proposte possano essere d’aiuto per dare risposte significative e concrete alle vostre domande a alle numerose aspettative». Il sindaco Orfeo Goracci rivolgendosi ai consiglieri eletti ha commentato: «L’elezione del sindaco del CCRR è un’esperienza importante da vivere con il giusto equilibrio, con serenità e tranquillità. Ogni consigliere darà il proprio contributo per realizzare proposte e programmi interessanti. Da parte nostra, pur con le difficoltà di bilancio, risponderemo alle vostre esigenze primarie e quello che riusciremo a fare sarà senz’altro un passo in avanti. Un ringraziamento alle operatrici che hanno lavorato per costruire insieme un percorso che ha permesso il funzionamento del CCRR ormai da diversi anni». Anche l’assessore Aldo Cacciamani nell’augurare buon lavoro ai presenti ha precisato: «I lavori consiliari che da oggi svolgerete possano essere una palestra di allenamento per un eventuale futuro da politici. Il CCRR sarà un’occasione importante affinché il confronto porti alla realizzazione di proposte e programmi che rispondano alle vostre esigenze». Dopo una breve presentazione dei candidati a sindaco, la presidente del Consiglio Stocchi ha avviato le votazioni. Dei 31 consiglieri eletti ne erano presenti 28 e alla quarta votazione è stato eletto
sindaco con 20 voti Andrea Aprile della II D Mastro Giorgio, che resterà in carica 1 anno e subentra a Giorgio Ranghiasci. Giuditta Tognoloni, della I D Mastro Giorgio, con 18 voti è stata invece designata vice sindaco. Di fronte all’assessore delegato Aldo Cacciamani e alla presenza dei testimoni Nadia Minelli e Nicoletta Paciotti, il nuovo sindaco del CCRR ha prestato il proprio giuramento in relazione all’attività di Sindaco del Consiglio Comunale delle Ragazze e dei Ragazzi di Gubbio.
 

                                                     

31 Maggio 2009 - Il Palio della Balestra sotto la pioggia


  In una atmosfera decisamente autunnale e sotto una pioggia battente si è svolto il Palio della Balestra 2009.
   Il diluvio non ha fermato la tradizione, così Gubbio e Sansepolcro, alla fine, hanno deciso che il
Palio della Balestra dovesse essere disputato comunque, senza il rinvio che sembrava proprio inevitabile (l'ultima volta che si era dovuto rimandare il Palio fu nel 1985).
   La sfida a colpi di balestra antica all’italiana si è svolta in uno scenario insolito, senza pubblico; ovviamente non si è potuto svolgere né il corteo storico, né l' esibizione degli
Sbandieratori ed ogni altra coreografia è stata messa da parte, compresa la lettura dei bandi e il suono del
Campanone.
   Dopo frenetiche consultazioni tra i dirigenti della
Società Balestrieri Gubbio e Sansepolcro, alle 17.00, i rispettivi presidenti, Ubaldo Orlandi e Federico Romolini, hanno preso la decisione di "ballestrare" ugualmente e così 18 Balestrieri per ciascuna società, in versione inedita, senza i costumi caratteristici (non accadeva dal 1948), hanno tirato, riparati dagli ombrelli dei compagni.
   Ha vinto l'eugubino Gabriele Rogari, già vittorioso nel
Palio del 2008, che ha beneficiato anche del fatto di tirare per primo, privilegio che tocca secondo regolamento all'ultimo vincitore del Palio. Sul podio sono saliti al suo fianco due tiratori biturgensi, Marco Guadagni al secondo posto e Fabrizio Gherardi al terzo.
   La cerimonia di premiazione si è tenuta all'interno del
Palazzo dei Consoli, con l’assessore alla cultura Renzo Menichetti a fare gli onori di casa. Il Palio è stato consegnato dall'autore Giuseppe Del Gobbo ascolano di nascita e marscianese di adozione.
   Questa vittoria permette ai Balestrieri di Gubbio di rafforzare il vantaggio sui colleghi toscani, infatti nell'ultimo decennio sette sono state le
vittorie eugubine
e tre quelle biturgensi. Ora l’appuntamento è per la seconda domenica di settembre in Piazza Berta a Sansepolcro.

                                                     

Vedi le News... Ultimissime!!! >>>

                   Vedi le News... del mese successivo!!!

       Vedi le  News... del mese precedente!!!  

                                   <<< TORNA ALL'INDICE CRONACA 2009

<<< TORNA ALL'INDICE GENERALE DELLA CRONACA